Tu sei qui: Home / La Piattaforma Italiana degli attori dell’Economia Circolare (ICESP)

La Piattaforma Italiana degli attori dell’Economia Circolare (ICESP)

 

La Piattaforma Italiana degli attori dell’Economia Circolare - ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform), nata nel 2018 su iniziativa dell’ENEA come mirror dell’European Circular Economy Stakeholder Platform - ECESP, fortemente voluta dalla Commissione Europea, mira a promuovere, secondo un approccio inclusivo, il modo italiano per fare economia circolare (Italian way for circular economy), attraverso il coinvolgimento e la partecipazione attiva di stakeholder italiani delle imprese, delle istituzioni, della ricerca e della società civile interessati alla transizione verso l’economia circolare.

In analogia alla Piattaforma Europea, ICESP si configura come un network di network e ha l’obiettivo di creare un punto di convergenza nazionale e di confronto sulle iniziative, le esperienze, le criticità, le prospettive e le aspettative sull’economia circolare in Italia e rappresentarlo in Europa.

Al fine di favorire una maggiore armonizzazione e integrazione tra i progetti, le azioni e le iniziative circolari in atto a livello nazionale, ICESP persegue in prima istanza gli obiettivi di ECESP:

  • promuovere la diffusione delle conoscenze in tema di Economia Circolare;
  • favorire il dialogo e le sinergie possibili tra i diversi attori;
  • mappare le buone pratiche in Europa.


La Piattaforma Italiana si propone di andare oltre le finalità di ECESP, puntando a:

  • favorire l'integrazione delle iniziative a livello italiano;
  • realizzare uno strumento operativo permanente che possa promuovere e facilitare il dialogo e le interazioni intersettoriali;
  • diffondere le eccellenze italiane ed il modo italiano di fare economia circolare, a partire dalle tradizioni e dalle tipicità del nostro Paese e dai relativi modelli culturali, sociali ed imprenditoriali.


ICESP contribuisce così a consolidare, anche a livello europeo, il ruolo dell’Italia quale paese-chiave per la promozione, implementazione e diffusione di strategie circolari ad alta valenza innovativa, aumentando al contempo il peso e la rappresentatività del nostro paese nella comunità internazionale. Allo stesso tempo, vuole creare una rassegna di buone pratiche da far conoscere, per creare una consapevolezza diffusa e condivisa sulle prospettive concrete di economia circolare attraverso un database italiano sul proprio sito e su quello di ECESP.

ISPRA partecipa con il progetto GELSO alle iniziative programmate dall’ICESP attraverso un censimento delle buone pratiche di economia circolare rilevate sia all’interno della rete del Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente (SNPA) che tra le iniziative realizzate da imprese ed enti locali e inserite nella banca dati alle quali, da tempo, è dedicato uno spazio di approfondimento.



Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.