CONTRATTO DI FIUME E DI COSTA “VALLE DELL’ANCINALE”

 

La sfida della gestione dell’area vasta oggetto di interesse ha consentito la sottoscrizione  di  un  MANIFESTO  DI  INTENTI  ,  predisposto  ai  sensi  del Regolamento  Regionale  n.12/2016,  tra  il  Parco  delle  Serre  ed  i  Comuni  di Soverato, Davoli, Gagliato, Petrizzi, Argusto,  Chiaravalle Centrale, Cardinale, Torre di Ruggero, Montepaone e  Satriano (Ente capofila) che ha permesso l’attivazione,  in  data  16.01.2017,  del  CONTRATTO  DI  FIUME  E  DI  COSTA “VALLE  DELL’ANCINALE”, presso  l’Osservatorio  del  Dipartimento  Regionale  -  
Ambiente e Territorio,    allo scopo di determinare un percorso reale e fattivo di partecipazione e decisione democratica, rivolto alle  seguenti finalità:  
-  Tutela e gestione delle acque;  
-  Ripristino paesaggistico-ambientale;  
-  Valorizzazione dell’attività agricola multifunzionale;  
-  Difesa del territorio;  
-  Valorizzazione del territorio;  
-  Gestione del processo partecipato.
Partendo dalla tutela di elementi naturalistici di grande pregio e rarità (Parco Montano delle Serre e Parco marino “Baia di Soverato”) è possibile cogliere una  straordinaria  occasione  di  promozione  del  territorio,  attraverso    due corridoi ecologici naturali di collegamento rappresentati dal Fiume Ancinale, dal  Torrente  Beltrame  e  da  molteplici  valenze  costituite  da  cultura, paesaggio, storia, biodiversità, pratiche agricole tradizionali etc.  
In un ‘area caratterizzata da marginalità economica, 

- la sperimentazione di attività compatibili con la tutela degli habitat e delle
specie, di agricoltura e zootecnia a basso input energetico legate a produzioni
di qualità;
-  l’attivazione di opportunità economiche innovative e sostenibili;
-  le attività di studio e ricerca connesse alla gestione dei siti, 

rappresentano un’occasione di lavoro qualificato e qualificante. 

L’attuazione  delle  strategie,  in  fase  di  elaborazione,  a  conclusione  di  una preliminare analisi conoscitiva territoriale apportata “dal basso”, consentirà di concordare e condividere con i Promotori  e con tutti gli ENTI PUBBLICI E PRIVATI, le ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE  E DI CATEGORIA, i CITTADINI e gli STAKEHOLDERS  un  efficace  modello  alternativo  e  sperimentale  di governance,  in  un’area  vasta  che  ha  piccoli  numeri  ma  un  patrimonio inestimabile di risorse naturali , dove è ancora  possibile esaltare gli aspetti naturalistici presenti,  valorizzare e riscoprire la cultura ed il modus vivendi della gente dell’intera area di interesse , che si estende dalle montagne del Parco delle Serre  alle acque del Parco marino.
Il  Territorio,    sulla  base  dei  dati  attualmente  disponibili,  nonostante  siano presenti  evidenti  stati  di  degrado,    conserva    un  notevole  patrimonio naturalistico  grazie  all’uso  di  pratiche  tradizionali  non  invasive,  che  non hanno alterato in maniera significativa le risorse ambientali esistenti, sia per il  ridotto  impatto  industriale,  per  la  bassa  densità  demografica,  per l’isolamento, ma anche per il grande rispetto che fino ad oggi la popolazione locale  ha avuto nei confronti della natura.

Progetto vincitore del contest "Making Global Goals Local Practice" per la categoria Produzione  e consumo responsabili (SDG 12).

Comune di Satriano ( Comune Capofila) della costituita Cabina di regia rappresentata dall’Ente Parco delle Serre e dai Comuni di Soverato, Davoli, Gagliato, Petrizzi, Argusto, Chiaravalle Centrale, Cardinale, Torre di Ruggero, Montepaone e Satriano (Ente capofila).
Area marina e costiera
Comuni (più di uno)
Turismo, Territorio e Paesaggio
19/10/16
Nicola Gioffrè
arpa@ambienteonline.eu
www.ambienteonline.eu
MANIFESTO_INTENTI_CdF&C_Valle del'Ancinale.pdf — 452 KB
DOSSIER_Preliminare_conoscitivo.pdf — 5058 KB
No file
No file
GELSO nel Rapporto sulla Qualità dell'ambiente urbano

GELSO è anche una delle componenti del Rapporto annuale sulla Qualità dell’ambiente urbano, a cui contribuisce con indicatori dedicati alle buone pratiche dei principali Comuni italiani sui temi Strategie partecipate e integrate, Energia, Mobilità, Rifiuti e Territorio e paesaggio.

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.