Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Soggetto pubblico (altri) / Autorità di bacino dei fiumi Isonzo, Tagliamento, Livenza, Piave, Brenta-Bacchiglione / TRUST Strumenti per una valutazione a scala regionale del miglioramento dello stoccaggio delle acque sotterranee in adattamento ai cambiamenti climatici

TRUST Strumenti per una valutazione a scala regionale del miglioramento dello stoccaggio delle acque sotterranee in adattamento ai cambiamenti climatici

Il progetto TRUST è rivolto ad adattare la gestione delle acque sotterranee delle pianure venete e friulane agli impatti negativi dei cambiamenti climatici. La falda acquifera in quest'area è sempre più diminuita negli ultimi 30-40 anni e il progetto mira ad attuare azioni innovative per arrestare ed invertire questo lento ma progressivo declino. Ciò ha portato al prosciugamento di numerose aree umide ed alla depressurizzazione degli acquiferi della media pianura.

Questa tendenza negativa delle acque sotterranee è destinata a peggiorare con i cambiamenti climatici, poiché i periodi di siccità aumenteranno di intensità e frequenza. Nonostante questo, le acque sotterranee possono rimanere la principale fonte idrica per i bacini italiani del Nord Adriatico, se gestite in modo sostenibile e, ancor più, se viene aumentata la ricarica della falda sotterranea.

Il progetto TRUST intende integrare i cambiamenti climatici nella gestione dei bacini idrografici e individuare misure di adattamento basate sulla ricarica artificiale della falda per mitigare l'impatto della siccità e della scarsità d'acqua. In secondo luogo, TRUST intende sviluppare le competenze dell'Autorità dei bacini idrografici del Nord Adriatico - Isonzo, Tagliamento, Piave, Brenta-Bacchiglione e fiumi Livenza - nel definire gli obiettivi e le misure per la ricarica della falda acquifera nell'alta pianura veneta e friulana usando le acque superficiali in eccesso - ad esempio da inondazioni -. TRUST li aiuterà nel coordinamento delle macro-azioni per la ricarica artificiale della falda a livello di bacino idrografico e nel coinvolgere i vari soggetti interessati. In questa prospettiva, TRUST è funzionale all'attuazione della politica europea sulle acque e in particolar modo della Direttiva quadro sulle acque, della Direttiva alluvioni e della politica europea sulla carenza idrica e siccità.

Il progetto dovrà esaminare gli aspetti legati allo sviluppo della governance a livello di bacino idrografico e si concentrerà sul set-up di un gruppo di soggetti interessati alla gestione e all'uso delle risorse idriche sotterranee nella zona del progetto. La creazione di questo quadro di cooperazione sarà la base per il coordinamento delle azioni volte a mitigare gli impatti negativi dei cambiamenti climatici sulle risorse idriche sotterranee. Sarà inoltre creata una rete di soggetti nazionali ed europei per diffondere gli insegnamenti tratti al di fuori dell'area di progettoTRUST mira anche ad aumentare la conoscenza di base dei processi quantitativi delle acque sotterranee nell'area di studio attraverso l'uso di strumenti innovativi come il telerilevamento, modelli idrologici e delle acque sotterranee, modelli sui cambiamenti climatici, Web-GIS. Il progetto condurrà anche un'analisi costi-benefici dell'alternativa nessun intervento/intervento di ricarica falda acquifera. Questa analisi economica è in linea con i principi di recupero dei costi richiesti dalla direttiva quadro sulle acque e TRUST intende approfondire la conoscenza dei costi di utilizzo e di mantenimento delle acque sotterranee.

Centro Euro-Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici - CMCC -, SGI Studio Galli Ingegneria S.p.A
Area umida
Autorità di bacino
Territorio e Paesaggio
01/01/09
36
€ 1.838.380
Commissione Europea - DG Ambiente
LIFE
Cofinanziamento programma LIFE+ 898.380 euro
Francesco Baruffi
http://www.lifetrust.it/cms/
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.