Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Soggetto pubblico (altri) / Agenzia Napoletana Energia e Ambiente (ANEA) / City Instruments - monitorare, valutare e trasferire gli strumenti per combattere i cambiamenti climatici in aree metropolitane

City Instruments - monitorare, valutare e trasferire gli strumenti per combattere i cambiamenti climatici in aree metropolitane

L'obiettivo del progetto è stato raccogliere esperti in campo energetico da diverse aree metropolitane europee per insieme monitorare, valutare e approfondire strumenti innovativi, di natura tecnica, finanziaria o organizzativa per promuovere l'uso razionale dell'energia (URE) e le fonti energetiche rinnovabili (FER) in contesti urbani.

City Instruments ha indagato agglomerati urbani con più di 500.000 abitanti che debbono affrontare diverse problematiche ambientale quali: rumore, scarsa qualità dell'aria, traffico congestionato, ambiente costruito degradato, gestione ambientale inadeguata e spesso una mancanza di pianificazione strategica. Se confrontate con città di piccola o media dimensione, le aree metropolitane debbono fare un notevole sforzo per affrontare queste criticità ambientali, tuttavia per trovare risposte adeguate dispongono di maggiori risorse umane, finanziarie e competenze amministrative. Nel campo energetico, ogni regione metropolitana deve contestualmente soddisfare la domanda per una fornitura di energia affidabile ma anche garantire la protezione dell'ambiente e prezzi dell'energia accettabili. Quindi le soluzioni vanno ricercate vagliando aspetti economici, sociali ed ambientali.

Le città partner del progetto (Berlino, Milano, Napoli, Parigi, Rotterdam, Sofia, Tallinn e Zurigo) hanno attuato il seguente programma:

- Monitoraggio, valutazione e sviluppo degli strumenti già esistenti per promuovere l'uso razionale dell'energia (URE) e delle fonti energetiche rinnovabili (FER) nelle regioni metropolitane (estendendoli ad altre città oltre quelle partecipanti) vagliando gli impatti energetici, ambientali ed economici precedentemente definiti.

- Organizzazione di sette workshop quali momenti di scambio di esperienze sugli strumenti di URE/FER. Implementazione di un nuovo strumento in ciascuna delle città partner;

- Diffusione dei risultati del progetto su ampia scala in Europa e nel resto del mondo.

- Istituzionalizzazione dello scambio di esperienze sul tema dello sviluppo sostenibile nelle aree metropolitane attraverso un forum destinato a diventare parte integrante di un network esistente.

Il progetto ha realizzato inoltre un catalogo delle "buone pratiche", ovvero una raccolta di strumenti innovativi, in termini tecnici, finanziari e amministrativi, per promuovere azioni in materia di uso razionale dell'energia e di integrazione delle fonti rinnovabili (vedi allegato).

B.&S.U. Beratungs- und Service-Gesellschaft Umwelt mbH (coordinatore) (Germania); Agenzia Napoletana Energia e Ambiente, Provincia di Milano; SOFENA, Sofia Energy Agency, (Bulgaria); City of Rotterdam / Rotterdam City Development Corporation, (Olanda); ARENE, Agence R\xc3\xa9gionale de l\'Environnement et de l\'\xc3\x89nergie d\' Ile de France (Francia); Tallinn City Government, (Estonia); Departement der Industriellen Betriebe, Z\xc3\xbcrich (associated partner), (Svizzera).
Area urbana
Da 100.000 a 1.000.000 abitanti
Comune
Energia
21/12/05
24
€ 578.520
UE
Intelligent Energy Europe
Cofinanziamento UE: 50%
http://www.city-instruments.eu/
748_148.pdf — 6375 KB
No file
No file
No file
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.