La famiglia sostenibile

La Famiglia Sostenibile ha come obiettivo di modificare, in meno di 12 mesi, gli stili di vita e di consumo di un campione di famiglie rendendole più attente ai consumi della propria abitazione, alla produzione e gestione dei rifiuti, alla modalità di spostamento sul territorio, agli acquisti nell'ottica di una maggior sostenibilità ambientale.   Il progetto si sviluppa attraverso la realizzazione delle sei azioni che, benché distinte tra loro per soggetti coinvolti, target, strumenti e tempi di realizzazione, rappresentano sei differenti fasi di un'unica strategia di intervento progettuale e sono pertanto strettamente correlate tra loro, sia temporalmente che a livello di contenuti e relazioni.  

Tale intrinseca unicità dell'azione richiede un coordinamento ed una scansione temporale coerenti con la complessità del progetto: la ricerca dei fondi per l'attuazione del progetto è il passo fondamentale per attivare sul territorio tutta la strategia di intervento.  

1. Predisposizione degli strumenti del progetto  Istituzione di due tavoli di lavoro: il primo, formato da un gruppo tecnico-scientifico, con il compito di predisporre l'impianto valutativo e formativo su cui verrà basato l'intero progetto e di delineare i contenuti del corso e il materiale didattico; il secondo, costituito dagli attori locali, con il compito di definire la strategia di coinvolgimento delle famiglie e di redigere il Patto delle Famiglie.   

2. Costituzione della RETE DELLE FAMIGLIE SOSTENIBILI  I nuclei familiari possono aderire alla RETE attraverso la sottoscrizione di un apposito "Patto della Famiglie", attraverso il quale si impegnano a fornire i dati relativi alle proprie performance ambientali, a partecipare al corso di formazione e a verificare le modifiche degli impatti sull'ambiente determinati dai cambiamenti dei propri stili di vita.   

3. Valutazione delle performance di sostenibilità  Verrà realizzata una fotografia dei consumi e degli stili di vita delle famiglie attraverso la raccolta di dati e l'elaborazione dell'indicatore di sostenibilità Carbon Footprint.   

4. Formazione e informazione  Viene realizzato un apposito percorso educativo-formativo volto alla riduzione dell'impatto ambientale degli stili di vita quotidiani, che verte principalmente sulla riduzione della produzione dei rifiuti e la loro corretta differenziazione, sulla mobilità sistematica ed erratica collegata alla vita familiare, sui consumi energetici in casa collegabili alle abitudini quotidiane e alle scelte tecnologiche e per finire agli acquisti consapevoli.  

5. Valutazione degli effetti del cambiamento degli stili di vita  Viene realizzata una stima del cambiamento indotto attraverso la raccolta di dati e l'elaborazione della Carbon Footprint a fine sperimentazione  

6. Comunicazione e disseminazione  Al termine del progetto viene attivata una campagna di comunicazione per la diffusione dei risultati e una valutazione degli stessi, individuando i sistemi di coinvolgimento e formazione più efficaci e ipotizzando percorsi selezionati su una porzione maggiore di popolazione.

Fonte: http://www.famigliasostenibile.it e pagina facebook: Famiglia Sostenibile
Comuni di Barlassina, Bovisio Masciago, Cesano Maderno, Desio, Meda, Seveso, Varedo.
Area urbana
Da 100.000 a 1.000.000 abitanti
Comuni - più di uno -
Strategie partecipate e integrate
01/01/11
18
€ 90.000
Fondazione Cariplo
Progetto finanziato dalla Fondazione Cariplo nell'ambito del Bando Educare alla Sostenibilità 2010.
Serena Bellinzona
http://agenziainnova21.org/index.php/attivita/143
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.