Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Soggetto privato / Publiambiente Spa / ARIEL Soluzioni tecnologiche innovative per il riciclaggio dei materiali plastici contenuti nei rifiuti urbani indifferenziati

ARIEL Soluzioni tecnologiche innovative per il riciclaggio dei materiali plastici contenuti nei rifiuti urbani indifferenziati

Il Progetto Ariel è finalizzato a ottimizzare l'attuale gestione integrata dei rifiuti inserendo una nuova tecnologia nel sistema di trattamento dei rifiuti urbani indifferenziati in grado di recuperare parte dei materiali plastici ed evitandone lo smaltimento in discarica.  Lo scopo del progetto Ariel appare oggi perseguibile: per far fronte ai limiti della capacità di smaltimento dei rifiuti nel nostro territorio e all'aumento dei costi di smaltimento, per la presenza di mercati asiatici e la nascita di mercati europei di recupero dei materiali plastici, che hanno permesso di superare il comportamento sospettoso dell'industria di fine-uso che si era affacciata sul mercato negli anni precedenti, per la disponibilità di tecnologie idonee a raggiungere un adeguato grado di purezza dei materiali recuperati a costi sostenibili.

Il target del progetto Ariel è stato individuato su percentuali molto limitate - 3-5% - rispetto alla quantità dei rifiuti in ingresso, ma ugualmente interessanti perchè rappresentano flussi di massa importanti da sottrarre allo smaltimento finale. Nel bacino territoriale interessato dal progetto, Ariel si stima al 2010 al netto dell'attuazione degli obiettivi regionali di riduzione della produzione dei rifiuti e di incremento di raccolta differenziata in un quantitativo di rifiuti urbani indifferenziati di 477.000 tonn/anno: il recupero dei materiali plastici atteso dal progetto Ariel è di 14.300-23.800 tonn/anno di rifiuti plastici recuperabili.

L'obiettivo del progetto è quello di individuare i materiali plastici recuperabili dal RSU e di cui è attuabile un riciclaggio sostenibile, inserendo una nuova tecnologia negli impianti di trattamento meccanico attuali - in possesso dei tre soggetti che gestiscono i rifiuti: ASM, Quadrifoglio e Publiambiente - in grado di separare parte dei materiali plastici da inviare al recupero sottraendoli allo smaltimento in discarica.   

Lo sviluppo del progetto Ariel permetterà: la gestione più sostenibile degli impianti di trattamento meccanico e smaltimento attraverso lo sviluppo/applicazione/trasferimento da altri settori di tecnologie per il recupero dei materiali, con conseguente incremento delle prestazioni ambientali del processo - in linea con quanto indicato dalla Dir. 96/61/CE, D.Lgs. 59/05 in Bref dei MECHANICAL BIOLOGICAL TREATMENT -, la definizione dei presupposti per lo sviluppo di nuovi mercati del riciclaggio, il recupero dei materiali sostituendosi al consumo di materie prime da combustibili fossili - con conseguente riduzione degli impatti sullíambiente -, la riduzione dei rifiuti smaltiti in discarica - in linea con quanto previsto dalla Dir. 1999/31/CE, D.Lgs. 36/03 -, riduzione delle emissioni di gas serra - dovuti allo smaltimento in discarica fuori ATO e alla produzione di materie prime -.   

Il principale risultato atteso del Progetto ARIEL si concretizza nel dimostrare le prestazioni di una soluzione tecnologica su scala pilota da inserire nei processi per il trattamento dei rifiuti, definendo i criteri di progettazione di una linea di recupero dei materiali plastici su scala reale da inserire negli impianti esistenti.

Area urbana
Comune
Rifiuti
01/01/09
38
€ 2.156.874
Commissione Europea - DG Ambiente
LIFE
co-finanziamento UE: 1.076.187 euro
Massimo Castellani
http://www.life-ariel.eu/
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.