Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Soggetto privato / Plastic Metal S.p.A. / RePlaCe - Realizzazione di un prototipo di nastro trasportatore con componenti in plastica riciclata proveniente da rifiuti industriali

RePlaCe - Realizzazione di un prototipo di nastro trasportatore con componenti in plastica riciclata proveniente da rifiuti industriali

Attualmente, nella produzione dei nastri trasportatori per usi industriali, le caratteristiche meccaniche dei componenti in alluminio, soprattutto in termini di rigidità e resistenza alla rottura, sono molto superiori a quelle dei componenti ottenuti da plastica riciclata. Ciò significa che, sebbene la plastica riciclata sia utilizzata per parti ausiliarie o accessorie, non è usata per le parti principali. Per questo, l'uso di plastica non riciclata sta aumentando, soprattutto nelle industrie automobilistiche e delle costruzioni.  Questa domanda di nuova plastica o di metalli ha un prezzo pesante, sia in termini economici che ambientali. In teoria, però, la plastica riciclata pre o post-consumo potrebbe essere una alternativa immediatamente disponibile per molte applicazioni strutturali, riducendo i costi e l'impatto ambientale. Nel 2007, l'Ufficio ricerca e sviluppo di Plastic Metal SpA ha progettato e costruito un prototipo di impianto pilota in grado di trasformare la miscela eterogenea ricevuta dalla raccolta differenziata dei rifiuti plastici in nuovi prodotti utilizzando le tecnologie normalmente utilizzate per il trattamento di materiali termo-plastici.  

Questo progetto LIFE-Ambiente si propone di dimostrare che è possibile utilizzare plastica riciclata, non solo per la produzione di elementi accessori o ausiliari, ma anche per elementi strutturali. Il progetto permetterà la costruzione di un prototipo di nastro trasportatore con componenti in plastica riciclata. Verranno utilizzati principalmente materiali derivanti dal riciclo pre-consumo post-industriale.   Il progetto cercherà di superare le attuali carenze nelle caratteristiche strutturali della plastica riciclata, in vista anche di ulteriori applicazioni.  Oltre ai benefici ambientali, derivanti principalmente dal ridotto utilizzo di nuovi metalli, gli studi preliminari indicano che sarà ottenuta una riduzione dei costi di circa il 10%.  

Fonte: LIFE projects database
F.lli Virginio S.r.l., Vivi S.r.l., Etra S.p.A.
Area industriale
Ambito nazionale
Industria, Rifiuti
01/01/10
30
€ 1.510.200
UE
LIFE
Cofinanziamento LIFE+: 666.350 euro
Marzia Virginio
www.replaceproject.eu
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.