Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Soggetto privato / MAGNETEK S.p.A. / PNEUMA Sistema di continuità elettrica con accumulo pneumatico di energia

PNEUMA Sistema di continuità elettrica con accumulo pneumatico di energia

Il progetto PNEUMA - PNEumatic Uninterruptible MAchine System - intende creare un nuovo sistema di back up per applicazioni nella telefonia mobile che elimini la presenza delle batterie piombo-acido tradizionalmente impiegate per l'accumulo di energia. Le attuali batterie piombo-acido hanno impatti negativi sull'ambiente e presentano rischi di contaminazione. Hanno inoltre una vita di soli 3-4 e, una volta che la batteria non può più essere ricaricata o che non mantiene più la carica, viene sostituita e riciclata. Il riciclaggio delle batterie è una pratica comune nella maggior parte dei paesi europei ed è una fonte di potenziale inquinamento. In Europa, il consumo di piombo è stato di circa 2 Mt nel 1999, il 70% delle quali usate per produrre di batterie. L'uso delle batterie di emergenza è stato di circa 70 000 t nel 1995 e si stima che, solo per applicazioni nella telefonia mobile, le batterie usate e riciclate saranno di 150 Kt in 10-12 anni. Il sistema di back-up proposto dal progetto PNEUMA è basato su una tecnologia potenzialmente pulita che mira a ridurre gli impatti ambientali dell'attuale tecnologia dei sistemi di continuità per la telefonia mobile, basati sulle batterie piombo-acido. La scelta dell'applicazione è determinata dalla numerosità dei sistemi installati nelle stazioni radiobase, che assicurano copertura cellulare del territorio, dalla standardizzazione dei requisiti e dalla criticità delle prestazioni richieste, che esigono la realizzazione di un sistema particolarmente efficiente ed affidabile e con precisi vincoli di dimensioni e di costo. Obiettivo del progetto è la realizzazione e lo sviluppo di un sistema pilota da sperimentare in laboratorio e di 4 dimostratori che, utilizzando un accumulo di aria compressa, possano garantire almeno 2 ore di esercizio agli apparati di trasmissione.Questo sistema deve soddisfare i seguenti criteri: - eliminare gli stack di batterie nelle "energy stations" - avere un costo confrontabile con la soluzione provvista di batterie- avere dimensioni massime - escludendo i contenitori per l'aria - pari a = 600x600x1000 mm - avere basse esigenze manutentive - essere direttamente sostituibile con le installazioni esistenti - essere basato su tecnologie consolidate.
Area industriale
Ambito nazionale
Industria
01/01/04
30
€ 4.134.178
UE
LIFE
Finanziamento Life Ambiente 2004: 1.226.753 euro
David Martini
http://www.pneumaproject.net/
No file
No file
No file
No file
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.