Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Soggetto privato / HERA spa / MONITORAGGIO - “FARMACOAMICO” Nuova vita per i farmaci inutilizzati

MONITORAGGIO - “FARMACOAMICO” Nuova vita per i farmaci inutilizzati

Risultati del progetto


Risultati in campo ambientale

Solo nel corso del 2016 le realtà coinvolte nel progetto “FarmacoAmico” hanno permesso di raccogliere, recuperare e redistribuire complessivamente circa 40.500 confezioni di farmaci ancora perfettamente utilizzabili che altrimenti sarebbero stati conferiti come rifiuti. Si evidenzia inoltre come, seppur dello spreco dei farmaci si parli poco,  i principi attivi in essi presenti, se buttati nella raccolta indifferenziata, possono danneggiare il sottosuolo, inquinare i pozzi di acqua potabile e compromettere il funzionamento dei depuratori delle reti fognarie.

Obiettivi raggiunti
  • Riduzione dei fattori di pressione sulle acque
  • Riduzione dei fattori di pressione sul suolo


Risultati in campo economico

Il valore economico delle confezioni di farmaci raccolte, recuperate e redistribuite nel 2016 è pari ad oltre 520.000 euro, una somma importante nel quadro della spesa pubblica sanitaria ma anche in termini di risparmio in costi di smaltimento

Obiettivi raggiunti
  • Miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia delle spese ambientali

Risultati in campo sociale

Insieme al recupero, obiettivo primario di FarmacoAmico è proprio il contributo e il sostegno agli enti beneficiari che assistono le fasce deboli della comunità; nel 2016 il valore economico delle confezioni di farmaci raccolte, recuperate e redistribuite è stato oltre 520.000 euro

Obiettivi raggiunti
  • Miglioramento dei servizi sociali di base quali sanità o istruzione, o delle condizioni abitative o di lavoro
  • Produzione e distribuzione di beni di consumo in base a criteri di equità e solidarietà
  • Sensibilizzazione dell'opionione pubblica in tema di sviluppo sostenibile


Modalità di realizzazione


Creazione di partnership e collaborazioni

Promosso da Hera in collaborazione con Last Minute Market ed attivo a Bologna, Imola, Medicina, Faenza, Ravenna, Forlì, Forlimpopoli, Modena e nell'Unione dei Comuni Valli del Reno, Lavino e Samoggia, il progetto ha visto la costruzione di una fitta rete di partner che oltre agli enti beneficiari di primo e secondo livello, ha coinvolto attori come USL locali, Ordini Farmaceutici ed Amministrazioni Comunali.

Obiettivi raggiunti
  • Collaborazioni tra soggetti pubblici che esercitano competenze concorrenti o coordinate o di diversi livelli territoriali
  • Creazione di collaborazioni tra soggetti pubblici e soggetti privati
  • Costruzione di strutture associative che garantiscano la continuità nel tempo delle azioni di sostenibilità

Promozione dell'informazione alla comunità locale e della partecipazione dei destinatari

Oltre agli specifici contenitori disposti presso le farmacie aderenti, per FamacoAmico è stata realizzata una campagna di comunicazione che ha visto la creazione di una grafica  dedicata al progetto, la diffusione di comunicati stampa, la pubblicazione di comunicazioni informative su siti e portali istituzionali e la realizzazione di iniziative di sensibilizzazione per i cittadini. Il progetto inoltre, è stato spesso presentato in occasione di convegni e incontri come case study di iniziativa contro lo spreco

Attività realizzate
  • Diffusione di informative alla comunità locale mediante affissione di manifesti, distribuzione di brochure o organizzazione di convegni
  • Divulgazione delle attività attraverso siti internet
  • Comunicazioni presso scuole, associazioni di cittadini di vario tipo o altre strutture non direttamente coinvolte nella realizzazione del progetto

Formazione delle unità operative

Più che una vera e propria formazione professionale, nella costruzione della rete, ci si è preoccupati di coinvolgere partner in grado di selezionare e prendere in carico i farmaci raccolti per redistribuirli ai soggetti beneficiari

Attività realizzate
  • Reclutamento di personale specializzato

Integrazione con altre attività e sviluppi futuri

La collaborazione tra Last Minute Market ed Hera nasce nel 2009 con il progetto “CiboAmico”. Nel 2012 è stato poi implementato il progetto “FarmacoAmico”. Infine, sulla scia di queste due prime iniziative contro lo spreco, nel 2014 ha avviato “Cambia il Finale”. Nello specifico, FarmacoAmico è un progetto in continua estensione, che sta per essere attivato in molti altri comuni dell’Emilia Romagna e che ad  oggi copre il 44% dei cittadini serviti in Regione da Hera

Attività realizzate
  • Avvio di nuovi progetti d'implementazione


Criticità


Criticità affrontate

A volte sono state riscontrate difficoltà nella creazione della rete con i vari partner e soprattutto nell’individuazione degli enti beneficiari di primo livello -  che si occupano della selezione e presa in carico dei farmaci per poi redistribuirli ad altri enti accreditati o utilizzarli internamente – e quelli di secondo livello -  che sono enti accreditati dal gruppo di lavoro che ricevono gratuitamente i farmaci dagli enti di 1° livello.

Tipologia criticità
  • Coordinamento tra le unità organizzative
  • Risorse logistiche e tecniche


Trasferimento dell'esperienza


Elementi innovativi e attività per il trasferimento dell'esperienza

Presentato in occasioni di convegni ed incontri pubblici, per FarmacoAmico è stata creata, sul sito istituzionale del Gruppo Hera, anche una pagina web dedicata: www.gruppohera.it/farmacoamico

Si segnala inoltre, che nell’ambito del progetto Farmaco Amico a Bologna, è stata realizzata una iniziativa che ha visto il coinvolgimento e la formazione delle giovani generazioni nell’ambito del percorso di alternanza scuola-lavoro previsto per tutti gli studenti dell’ultimo triennio delle scuole superiori.  Dal 27 marzo al 7 aprile 2017, infatti, gli studenti di una classe quarta del Liceo Scientifico Righi sono stati coinvolti nel progetto: dopo un’adeguata formazione sono stati inseriti prioritariamente nelle farmacie del territorio aderenti a Farmaco Amico, dove hanno svolto attività di sensibilizzazione e promozione di informazioni di pubblica utilità per la cittadinanza. Una coppia di studenti della classe interessata inoltre, è stata inserita nel Deposito Farmaceutico di ANT (partner operativo di FarmacoAmico a Bologna) e, in affiancamento alle farmaciste della Fondazione, ha assistito allo smistamento dei farmaci raccolti , collaborando nella loro registrazione e nella preparazione dei kit medicali per i pazienti.

Strumenti per il trasferimento dell'esperienza
  • Produzione di documenti e rapporti sull'attività svolta
  • Disponibilità a rispondere telefonicamente o via e-mail a quesiti specifici
  • Breve collaborazione con altri soggetti che intendano implementare esperienze simili
  • Disponibilità a impartire corsi o stage per la formazione di personale di altro ente
  • Presentazione del progetto a conferenze nazionali e internazionali
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.