Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Soggetto privato / DOW Italia S.r.l. / GREEN FOOTPRINT Il poliuretano rinnovabile come materiale innovativo nella produzione di calzature di alta qualità, top design e sostenibili

GREEN FOOTPRINT Il poliuretano rinnovabile come materiale innovativo nella produzione di calzature di alta qualità, top design e sostenibili

L'industria chimica deve affrontare le sfide derivanti dalla scarsità e dal prezzo elevato dei materiali a base di petrolio. Queste sfide richiedono una valida alternativa ai materiali comunemente impiegati, costosi e dannosi per l'ambiente come i poliuretani - PU - di derivazione fossile.

Sul mercato non sono ancora disponibili poliuretani di alta qualità con un contenuto sostanziale di risorse rinnovabili. Ciò è in gran parte dovuto alle difficoltà tecniche legate alle scarse proprietà fisiche ed ai cattivi odori tipicamente associati con l'uso di materie prime biologiche. In parte è anche dovuto agli scarsi investimenti in Ricerca e Sviluppo in questo campo.

Tuttavia, le ricerche condotte in questo campo da Dow Chemical hanno portato ad un processo brevettato per produrre polioli naturali - soia - adatti alla produzione di elastomeri di alta qualità ed elastomeri microcellulari, come quelli impiegati per la produzione di calzature. Su questa base, Dow Italia ha sviluppato un prototipo di poliuretano che sembra adatto per prodotti di alta qualità quali calzature, mobili, materiali da costruzione e parti di automobili.

Gli obiettivi specifici del progetto Green Footprint sono:

- dimostrare la fattibilità tecnica ed economica dell'integrazione di un 20-25% di polioli di origine naturale a scala pilota e pre- industriale;

- dimostrare la capacità di questo materiale di raggiungere una qualità notevolmente superiore aumentando contemporaneamente la percentuale di materie prime rinnovabili;

- dimostrare un potenziale di riduzione del 20-25% nell'utilizzo di risorse fossili per le calzature;

- diffondere i risultati del progetto tra le industrie chimiche europee e le industrie calzaturiere.

Area industriale
Ambito nazionale
Industria
01/01/09
36
€ 1.046.447
Commissione Europea - DG Ambiente
LIFE
Cofinanziamento LIFE+ 496.100 euro
Andrea Benvenuti
http://www.dow.com/greenfootprint/eu/it/footwear/index.htm
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.