Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Scuola/Università / Politecnico di Milano / Programma di ricerca: Sole, vento, acqua, vegetazione e tecnologie avanzate quali matrici di un nuovo approccio progettuale al Territorio, Architettura e Disegno Industriale

Programma di ricerca: Sole, vento, acqua, vegetazione e tecnologie avanzate quali matrici di un nuovo approccio progettuale al Territorio, Architettura e Disegno Industriale

Lo sviluppo creativo sostenibile è assunto quale obiettivo centrale della progettazione ai diversi livelli territoriale, architettonico e del disegno industriale. In questo contesto la gestione sostenibile delle risorse naturali e la loro interazione con le attività umane motivano il tema prioritario della ricerca. L'attività di ricerca, nella complementarietà di competenze dei partecipanti e nella integrazione dei compiti da svolgere, dovrebbe determinare un progetto, ai livelli urbano. architettonico e di disegno industriale, di alta compatibilità ambientale, caratterizzato dal contenimento dei consumi energetici integrato con i sistemi fotovoltaici. In riferimento al contenimento dei consumi energetici, si sperimenteranno sia il sistema attivo di captazione di energia solare, con l'impiego di celle fotovoltaiche, che il sistema passivo di captazione. Le attività di ricerca sono tese a individuare e verificare la validità di un nuovo approccio nel quale l'integrazione delle risorse naturali- sole, vento, acqua e vegetazione - con le tecnologie avanzate sia in grado di determinare innovazione nella conformazione degli spazi architettonici, nell'assetto del territorio e nella produzione di dispositivi tecnologici di captazione delle energie naturali e di contenimento dei consumi energetici. La presente proposta è finalizzata a conclusioni di ricerca teorica e operativa sulla sfida che la complessità della nuova realtà pone e tende a realizzare obiettivi che riguardano: - la conoscenza dei nuovi problemi che le mutazioni del quadro di riferimento economico-territoriale hanno provocato; - una strategia per la risoluzione dei problemi legata alla complessità; - uno sviluppo sostenibile sotto l'aspetto economico; - una apertura della struttura della città alla pluralità e contestualità del territorio; - il ritrovamento di assetti bio e eco-fisici più responsabili per la vita urbana; - il ritrovamento di un habitat più consapevole per la formazione culturale della società; - una spinta all'innovazione tecnologica nel campo della produzione e conservazione dell'energia; - la conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale. La proposta è basata sul concetto-chiave che la rivitalizzazione e lo sviluppo sostenibile possono essere raggiunti soltanto dalle combinazioni: innovazione tecnologica, recupero dell'ambiente naturale, conservazione dell'eredità culturale, progettazione del nuovo. La stretta interazione tra risorse naturali e risorse antropiche comportano grande attenzione agli studi sulle energie alternative e alle profonde trasformazioni che l'utilizzo delle energie alternative producono nella progettazione urbana, architettonica e del disegno industriale. In particolare, l'attenzione portata sulle tecnologie del fotovoltaico e sui sistemi passivi di captazione energetica, spinge verso un nuovo approccio progettuale sul livello degli spazi territoriali, urbani, architettonici esistenti e nuovi e dei dispositivi energetici innovativi.
Dipartimento INDACO del Politecnico di Milano, Dipartimento di Energetica del Politecnico di Milano,Dipartimento BEST del Politecnico di Milano,Dipartimento di Ingegneria Idraulica, Ambientale e del Rilevamento del Politecnico di Milano, Dipartimento di Biologia dell'Università di Padova, Dipartimento di Progettazione Architettonica e Ambientale dell'Università "Federico II" di Napoli
Area urbana
Ambito nazionale
Edilizia e Urbanistica
01/09/04
24
MIUR
Programmi di ricerca di Rilevante Interesse Nazionale
Cesare Blasi
No file
No file
No file
No file
Navigazione
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.