Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Scuola/Università / Politecnico di Milano / PASSIVE-ON - Promozione e sviluppo del concetto di casa passiva nei climi caldi

PASSIVE-ON - Promozione e sviluppo del concetto di casa passiva nei climi caldi

Negli ultimi dieci anni nel nord Europa, specialmente in Germania, è accresciuto l'interesse per gli standard di costruzione delle case passive. Le "case passive" sono edifici che assicurano condizioni di comfort al proprio interno durante il periodo invernale, senza la necessità di disporre di un sistema di riscaldamento convenzionale. Per poter ottenere ciò, è necessario che il fabbisogno energetico per il riscaldamento non superi 15 kWh/m²a. Le case passive pertanto richiedono all'incirca l'85% in meno di energia per il riscaldamento rispetto ad una casa standard costruita secondo i requisiti della Legge 10 in Italia. La domanda totale energetica di queste case, includendo gli apparati elettrici, si limita a 120 kWh/- m²a -.

Il progetto Passive-On si propone di esaminare le modalità di estensione del progetto di costruzione di case passive in particolare nell'Europa del sud. In queste regioni il problema dell'utilizzo domestico di energia non consiste soltanto nel riscaldamento invernale, ma anche, e in alcuni casi in forma più importante, nel raffreddamento estivo, riducendo al minimo la richiesta energetica.

Nel corso del progetto sono stati realizzati:

- Linee guida di progettazione e un Software di Disegno per sviluppare case passive che siano vantaggiose economicamente in tutte le stagioni sia nei climi dominati da carico estivo ed in quelli dominati da carico invernale, per gli architetti ed i professionisti dell'edilizia

- Una Relazione su opportunità e strategie, che esamina gli ostacoli e le soluzioni per i governi europei nazionali e locali che possono portare su una più ampia scala lo sviluppo delle case passive, rivolta ai responsabili politici.

Dipartimento di Energetica, Politenico di Milano - coordinatore -; Passivhaus Institut - Germania -; SBE, Nottingham University - UK -; AICIA - Spagna -; ICE - Francia -; Natural Works, INETI - Portogallo -.
Area urbana
Ambito nazionale
Edilizia e Urbanistica, Energia
01/10/05
33
€ 355.900
UE
Intelligent Energy Europe
Cofinanziamento UE: 50%
Andrew Pindar
No file
No file
No file
No file
Navigazione
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.