Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Regione / Regione Emilia-Romagna / REBUS REnovation of public Buildings and Urban Spaces

REBUS REnovation of public Buildings and Urban Spaces

REBUS® - acronimo di REnovation of public Buildings and Urban Spaces - è un laboratorio di formazione ideato dalla Regione Emilia-Romagna nel 2015 per la rigenerazione urbana dello spazio pubblico e l’adattamento ai cambiamenti climatici nell'ambito del progetto europeo REPUBLIC-MED.

REBUS® si basa sul metodo della gioco-simulazione.

La finalità del gioco è quella di elaborare strategie e proposte progettuali di riqualificazione e rigenerazione urbana di quartieri esistenti, agendo sugli spazi pubblici per migliorarne la resilienza ai cambiamenti climatici.

I partecipanti, divisi in squadre, una per ognuna delle tre aree in gioco, hanno elaborato strategie di rigenerazione dei quartieri e interventi per migliorare globalmente la qualità degli spazi pubblici, ripensando l’uso del verde, la presenza e la gestione dell’acqua, i materiali minerali e vegetali e le strutture e le attrezzature in grado di rendere lo spazio pubblico più confortevole, attraente e vivibile.

I contesti in cui si è svolta la terza edizione del gioco-simulazione REBUS® sono aree urbane che concorrono a ipotetici fondi regionali per la resilienza dello spazio pubblico, la mitigazione dell’isola di calore e la gestione delle piogge intense in cui è necessario migliorare il comfort urbano e microclimatico e la resilienza dello spazio pubblico.

Le aree sono casi reali dell’Emilia- Romagna:

  • a FERRARA, il nuovo quartiere della darsena di San Paolo, tra il quartiere Giardino, le mura del centro storico e il corso del fiume. L’area, che assume la conformazione attuale con il Mercato Ortofrutticolo, oggi dismesso e in corso di riconversione, è caratterizzata da vaste superfici impermeabilizzate, usate a parcheggio (ex MOF) e al cui interno si trovano diversi edifici di valore storico in corso di riconversione. Il quartiere è strategico per la città e costituisce la principale connessione tra il centro storico e il fiume e la darsena;
  • a RAVENNA, la darsena di città che, tra la ferrovia e il canale Candiano, costituisce la testata urbana del porto industriale e petrolchimico. Un’area in corso di dismissione, sulla quale negli ultimi 10 anni si sono susseguiti interventi di trasformazione urbanistica e architettonica, tutt’ora connotata dall’aspetto industriale dato dalla presenza di diversi capannoni, edifici storici di archeologia industriale come le ex artificerie Almagià (oggi spazio culturale) e alcune grandi gru sulla banchina;
  • a SAN LAZZARO DI SAVENA, nell’area metropolitana di Bologna, il quadrante artigiano di Via Speranza realizzato negli anni ‘60 e ‘70, con funzioni miste di produzione e residenza e contenitori dismessi. Il quartiere è tra gli ambiti di riqualificazione del Piano Urbanistico Comunale. L’area è priva di dotazioni ed è caratterizzata da un tessuto urbano strutturato secondo una maglia ortogonale, in cui lo spazio pubblico coincide sostanzialmente con gli assi stradali.

Le squadre di REBUS® – formate da architetti, urbanisti, agronomi, paesaggisti, ingegneri e tecnici dell’amministrazione – hanno il compito di elaborare per ogni quartiere un progetto complesso, interdisciplinare, articolato in diverse misure in grado di agire nello spazio pubblico.

Per ogni città-quartiere è stato chiesto alle squadre di elaborare un progetto interdisciplinare perseguendo tre obiettivi:

  • definire una strategia di rigenerazione urbana del quartiere, prevedendo l’avvio di processi, accordi e strumenti per agire sulla qualità e la resilienza dello spazio pubblico e innescare processi di riconversione delle aree dismesse presenti;
  • creare una infrastruttura urbana verde e blu in grado di mitigare gli effetti del clima, riducendo le temperature estive e favorendo la gestione sostenibile delle acque meteoriche;
  • riprogettare gli spazi pubblici affinché siano vivibili e attrattivi per le persone.

 

Fonte: http://www.fondazioneinnovazioneurbana.it

POLIMI – DAStU, CNR Ibimet di Bologna, Comuni di Ferrara, Ravenna, San Lazzaro di Savena (Bologna), Ordini professionali.
Territorio regionale
Oltre 1.000.000 abitanti
Comuni (più di uno)
Territorio e Paesaggio
22/09/17
1


Luisa Ravanello
rebus@regione.emilia-romagna.it
http://territorio.regione.emilia-romagna.it/paesaggio/cooperazione-territoriale-e-paesaggio/retrofitting-public-spaces-in-intelligent-mediterranean-cities
REBUS_cambiamenti climatici_effetti città.pdf — 10626 KB
REBUS_gioco simulazione.pdf — 3631 KB
REBUS_programma_formativo.pdf — 4643 KB
REBUS_laboratorio_spazi pubblici.pdf — 2471 KB
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.