Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Regione / Regione Emilia-Romagna / MHYBUS Miscela di metano e idrogeno per gli autobus del trasporto pubblico urbano: applicazione tecnica dimostrativa e misure politiche strategiche

MHYBUS Miscela di metano e idrogeno per gli autobus del trasporto pubblico urbano: applicazione tecnica dimostrativa e misure politiche strategiche

Il settore dei trasporti è di importanza critica in Europa. Secondo l'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente - ARPA -, i trasporti nella Regione Emilia-Romagna sono responsabili del 90% delle emissioni totali di CO, del 46% di NOx, del 41% di PM10 primario e del 42% del totale dei composti organici volatili non metanici - COVNM -. Più in particolare, le emissioni di CO2 prodotte dal settore dei trasporti su strada in questa regione sono al secondo posto in Italia, rappresentando il 30% del totale delle emissioni regionali. Il gas derivante dalla miscela di idrogeno e metano ha dimostrato di dare risultati molto positivi sia da un punto di vista ambientale che da quello energetico. Un recente studio effettuato da ENEA per la Regione Emilia-Romagna riferisce che un mix di 15% di idrogeno e 85% di gas naturale riduce in modo significativo le emissioni di CO2 e di inquinanti atmosferici. Inoltre, a queste percentuali, il bilancio energetico complessivo del sistema - compresa la produzione di idrogeno attraverso un processo di steam reforming - è migliore rispetto a quello dello stesso veicolo alimentato a gas naturale.

Il progetto MHyBus mira a ridurre l'impatto ambientale del trasporto pubblico urbano di passeggeri - in termini di CO2 e di emissioni di inquinanti atmosferici - attraverso l'uso di una miscela di gas combustibile composta al 20% da idrogeno e al 80% da gas naturale - in breve idro-metano -. Il progetto mira ad attuare il primo prototipo di bus a idro-metano e a sostenere la diffusione di questa tecnologia attraverso le politiche regionali. Esso inoltre accrescerà la consapevolezza dei cittadini della regione Emilia-Romagna sui temi dei cambiamenti climatici e della qualità dell'aria attraverso eventi dimostrativi di presentazione del prototipo di veicolo.

I risultati attesi del progetto sono:

· l'ottimizzazione della composizione percentuale della miscela idrogeno-metano - fino al 20% di idrogeno e 80% di gas naturale -;

· la verifica del funzionamento del prototipo del sistema di approvvigionamento del combustibile e dei suoi componenti;

· lo sviluppo di un prototipo di autobus per il trasporto pubblico urbano in grado di utilizzare idro-metano - sviluppato da bus esistenti alimentati a gas naturale -;

· lo sviluppo di una procedura standardizzata per l'adeguamento degli autobus - che possa essere utilizzata per trasformare l'intera flotta di autobus -;

· l'ottenimento di risultati sperimentali che possano essere un riferimento prezioso e importante per la diffusione delle tecnologie dell'idrogeno nel settore dei trasporti;

· lo sviluppo di linee guida tecniche per la conversione degli autobus alimentati a gas naturale attualmente in circolazione in autobus alimentati a idro-metano.

Aster S.C.P.A., ENEA, Azienda Trasporti e Mobilità S.p.A. - ATM - Ravenna
Area urbana
Regione
Mobilità
01/01/09
36
€ 1.253.159
Commissione Europea - DG Ambiente
LIFE
Cofinanziamento LIFE+ 589.079 euro
Fabio Formentin
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.