Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Provincia / Provincia di Treviso / Piano d'Azione Ambientale nell'Alta Marca Trevigiana

Piano d'Azione Ambientale nell'Alta Marca Trevigiana

Il progetto promosso dalla provincia di Treviso si inserisce nel percorso di Agenda 21 Locale che l'ente sta realizzando nella Marca Trevigiana insieme ad altri soggetti radicati sul territorio. Con la pubblicazione del Rapporto sullo Stato dell'Ambiente - giugno 2002 -, il processo di Agenda 21 Locale deve continuare con la redazione del Piano di Azione per promuovere e concretizzare la cultura della sostenibilità dello sviluppo. La Provincia di Treviso intende ore concentrarsi su una vasta area - 27 comuni - corrispondente a circa un terzo del territorio provinciale, situata a nord, caratterizzata dal corso dei fiumi Piave e Livenza dove il Forum civico è già una realtà consolidata grazie all'azione di molti di questi Comuni dove sono da tempo attivi i tavoli di lavoro e sono stati realizzati una serie di processi partecipati in virtù dell'azione organizzativa e di supporto logistico svolta dal "Coordinamento del GAL 4 e del GAL 5". Questo stesso "Coordinamento" verrà incaricato dalla Provincia di Treviso per redigere un Piano di Azione Ambientale che punterà grande parte della sua strategia nel miglioramento dei "sistemi di gestione" fino anche ad indicare delle possibili piste che possano indirizzare i diversi soggetti alla certificazione del sistema stesso. In questo senso il Piano di Azione Ambientale prevedrà tre diverse aree - rifiuti, mobilità, produzioni agricole - su cui ipotizzare, studiare e sperimentare delle "buone pratiche". Saranno realizzate, quindi tre esperienze pilota che consentiranno di ridefinire e di correggere il Piano di Azione Ambientale nel momento stesso in cui lo si sta redigendo. Per quanto riguarda la tematica dei rifiuti, si prevede un'azione a sostegno dell'informazione del pubblico, poiché grande parte della strategia della gestione è già stata a lungo dibattuta e decisa, in questo caso si opererà nel rendere efficace l'applicazione della nuova disciplina dei rifiuti attraverso la costruzione del consenso anche rispetto alla possibilità - molto concreta - di dover localizzare un nuovo inceneritore nel nord della provincia di Treviso. Per quanto riguarda la mobilità sostenibile, si prevede di realizzare uno studio di fattibilità per rispondere alla domanda di spostamento delle categorie meno indipendenti - anziani in particolare - nelle aree a domanda debole con la messa in rete dei servizi di trasporto pubblico esistenti e la proposta di nuove soluzioni. Per quanto concerne invece le produzioni agricole di qualità, l'azione si propone direttamente di coinvolgere produttori e consorzi di produttori - vini DOC e prodotti DOP - nell'attivare dei sistemi di gestione ambientali propedeutici alla sostenibilità dello sviluppo ed eventualmente certificabili per le aziende e consorzi che ne facessero richiesta.
Bando Agenda 21 locale 2002 del Ministero dell'Ambiente
None
Territorio provinciale
Da 100.000 a 1.000.000 abitanti
0
Strategie partecipate e integrate
12/11/04
18
€ 198.500
Ministero dell'Ambiente
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente Bando A21L 2002 euro 117.500
Michela Milan
None
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.