Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Provincia / Provincia Autonoma di Trento / NEMOS -Riqualificazione ambienti umidi alpini

NEMOS -Riqualificazione ambienti umidi alpini

Il progetto NEMOS riguarda sette SICp della provincia di Trento, aventi una superficie totale di 193 ettari ripartiti in tre valli principali dell'area alpina meridionale. La tipologia ambientale prevalente in questi siti è costituita dal tipico habitat delle aree umide, considerato prioritario dalla direttiva 92/43/CEE. In particolare la preziosa foresta alluvionale, la vegetazione erbacea ripariale e la vegetazione acquatica che caratterizzano i fiumi alpini e le aree circostanti sono qui rappresentate. Si tratta di siti di notevole interesse botanico, paesaggistico e faunistico, costituendo un habitat specifico per specie rare legate principalmente alle aree umide. Inoltre i siti rappresentano degli importanti punti di sosta per gli uccelli migratori che volano sulle grandi vallate attraversando le Alpi. L'importanza dei riti interessati dal presente progetto è dimostrata dal fatto che quattro di loro hanno già beneficiato di un finanziamento LIFE - con i progetti NIBBIO e NECTON - nell'ultimo decennio. Il progetto NEMOS rappresenta inoltre la logica continuazione e completamento di azioni già intraprese con risultati positivi. In più, per supportare la fase di gestione dei siti facenti parte della rete Natura 2000 e nel contesto del progetto, è prevista la redazione di un manuale che riassuma le esperienze acquisite negli ultimi dieci anni dalla Provincia di Trento nella gestione delle aree umide alpine. Il Progetto si propone di: 1. Attuare un intervento di recupero e miglioramento ambientale degli habitat valore presenti nei SICp trentini di fondovalle che tutelano zone umide, integrando e completando così le azioni attuate con i precedenti progetti LIFE "NIBBIO" e "N.EC.TO.N."; 2. Preparare piani di azione per la corretta gestione di siti di importanza comunitaria riferibili agli habitat delle zone umide alpine, sulla base delle esperienze acquisite dall'Ufficio Biotopi della Provincia Autonoma di Trento nell'ultima decade, anche attraverso la realizzazione di progetti LIFE; 3. Ampliare e rinforzare la rete NATURA 2000 proponendo i SICp interessati dal Progetto NEMOS quali Z.P.S. ai sensi della Direttiva 79/409/CEE, a seguito del presumibile incremento della ricettività nei confronti dell'avifauna. Le azioni previste nei SICp riguardano: l'estensione dell'area occupata dalle foreste alluvionali - 6 siti -; il ripristino delle aree umide situate lungo il corso d'acqua principale - 3 siti -; rinaturalizzazione dei canali - 1 sito -; l'espansione delle aree umide - 2 siti -; l'espansione e il rimodellamento di una risorgiva - 1 sito -; la reidratazione di rare biocenosi crittogame e fanerogame - 1 sito -; la creazione di un passaggio per i pesci - 1 sito -; la conservazione della struttura tradizionale agricoltura-ecosistema - 2 siti -; la creazione di strutture per scopi educativo-culturali - 1 sito -; la redazione di un manuale multilingue contenente le linee guida per la gestione dei principali habitat delle aree umide alpine.
I risultati attesi sono: l'espansione e il risanamento degli habitat prioritari presenti nei sette siti; l'aumento della capacità di accogliere specie presenti nelle direttive 79/409/CEE e 92/43/CEE, in particolare avifauna migratoria; la condivisione dell'esperienza acquisita con altri gestori, all'interno della rete Natura 2000; l'espansione ed il rafforzamento della rete Natura 2000, con la costituzione di nuove ZPS.
Grigno, Isera, Nomi, Zambana, Borghetto, Levico, Campodenno, Bondone
Territorio provinciale
Da 100.000 a 1.000.000 abitanti
Provincia
Territorio e Paesaggio
01/01/00
20
€ 1.626.422
UE
LIFE
Cofinanziamento LIFE Natura 2000 del 49% pari a 796.947 euro
Piero Flamini
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.