Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Provincia / Provincia di Lecce / OSSERVA - Osservatorio Sostenibile per la Provincia di Lecce

OSSERVA - Osservatorio Sostenibile per la Provincia di Lecce

L'Osservatorio Sostenibile si caratterizza come centro di raccolta e diffusione di dati ambientali disponibili su tutto il territorio provinciale: una vera e propria cabina di regia per tutte le iniziative a carattere ecosostenibile attivate o in progress sull'intera area. E' prevista una prima fase di raccolta di dati ambientali dispersi sul territorio in cui sarà di fondamentale importanza la collaborazione di tutti gli Enti ed uffici: il dialogo e la circolazione delle informazioni tra i vari settori sono fondamentali per garantire il successo dell'intera operazione. Alla fase introduttiva di ranking segue una verifica dei dati mancanti, che verranno acquisiti successivamente e che contribuiranno a restituire una fotografia fedele dell'intero territorio. Il capitale informativo acquisito sarà successivamente elaborato al fine di organizzare una coerente banca dati di continuo aggiornata, a servizio permanente del pubblico, predisposta per accogliere i dati mancanti individuati nella fase precedente. Il Progetto si prefigge il perseguimento di una gestione sostenibile del territorio, secondo i principi dell'Agenda XXI Locale, attraverso una visione condivisa delle problematiche ambientali. Si intende offrire al pubblico uno strumento di controllo sul governo locale e, allo stesso tempo, incentivare la progettualità di taglio ambientale proposte dai soggetti sociali ed economici presenti sul territorio. ATTIVITA' 1 - RSA -: ·La prima fase consisterà nell'acquisizione, selezione ed elaborazione dei dati dispersi in diversi enti ed uffici del territorio provinciale. Seguirà l'individuazione delle criticità ambientali e dei vuoti informativi da colmare e sviluppare in futuro. La RSA sarà, quindi, uno strumento di lavoro per il conseguimento del concetto di sostenibilità. ATTIVITA' 2 - Informazione preliminare -: ·Brochures informative. La fase di informazione e sensibilizzazione della cittadinanza prevede la creazione di opuscoli informativi sul significato dell'Agenda 21 Locale, i suoi processi attuativi, gli attori coinvolti e le sue finalità. Il target dell'intera operazione è la cittadinanza provinciale, con particolare attenzione alle scuole dell'obbligo, perché le nuove generazioni, che erediteranno le conseguenze dei nuovi processi in atto, acquisiscano una maggiore consapevolezza e conoscenza del proprio territorio. A tale proposito, si intende utilizzare un linguaggio di immediata comprensione per spiegare un processo, quale è l'A21L, in continua evoluzione; ·Coinvolgimento media locali. A sostegno di tutta l'attività di informazione, saranno coinvolte le testate giornalistiche locali e le reti televisive e radiofoniche presenti sul territorio. Si prevede la creazione di una rubrica televisiva che veda protagoniste le scuole, per avere una chiara risposta sul grado di recepimento delle informazioni acquisite; ·Creazione della cassetta postale "MAIL". La suddetta cassetta, ubicata in uno spazio esterno, di facile accesso al cittadino e in prossimità dell'edificio della Provincia, consentirà alla popolazione di inviare proposte, osservazioni sull'iniziativa in corso. FORMAZIONE: L'attività di formazione per il personale dell'Ente proponente punterà sulla creazione della consapevolezza dell'essere partecipe a un processo in continua evoluzione. Mirerà inoltre ad infondere in ogni soggetto da formare un atteggiamento da protagonista responsabile, relativamente al proprio campo d'azione: una parte indispensabile per completare un quadro organico d'insieme dell'intero processo. Contemporaneamente saranno impartite nozioni tecniche che consentiranno al personale addetto di acquisire i dati ambientali dispersi sul territorio e di gestire una futura banca dati. INFORMAZIONE/DISSEMINAZIONE: ·Distribuzione materiale cartaceo sui dati raccolti attraverso l'attività di ranking. Successiva alla fase di informazione iniziale, sarà la disseminazione dei dati acquisiti, che restituirà la fotografia dello stato dell'arte sui dati ambientali noti e da acquisire. La distribuzione interesserà, come per la prima fase, tutta la cittadinanza provinciale e sarà effettuata a mezzo di opuscoli, manifesti da affiggere in tutti i paesi della Provincia. ·Attività di coinvolgimento di soggetti sociali ed economici operanti sul territorio. Questa fase è da considerare come fase preliminare alla costituzione del Forum e si articolerà in una serie di incontri con i gruppi d'interesse e le associazioni di categoria. Saranno diffusi dei questionari sul concetto di Sviluppo Sostenibile e sul processo attuativo di Agenda 21 locale, nonché sulle eventuali esperienze avute in campo ambientale. La diffusione dei dati, raccolti dall'attività di ranking, verrà analizzata e commentata in questa sede, valutando le esigenze e le eventuali interconnessioni fra i vari settori.
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente Bando A21L - 2000 -
CCIA Lecce,ASL LE1/2,Università di Lecce, Provveditorato agli studi,Altri
Territorio provinciale
Da 100.000 a 1.000.000 abitanti
Regione
Strategie partecipate e integrate
08/01/02
18
€ 224.659
Ministero dell'Ambiente Bando
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente del 68,9% pari a 154.937,07 euro
Gilberto Selleri
None
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.