Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Provincia / Provincia di Genova / MONITORAGGIO - Sistema di gestione partecipato delle Zone Protette della provincia di Genova

MONITORAGGIO - Sistema di gestione partecipato delle Zone Protette della provincia di Genova

Risultati del progetto


Risultati in campo ambientale

In un’ottica di valorizzazione delle risorse economiche ed ambientali.del territorio agro-silvo-pastorale della provincia di Genova, sono stati realizzati interventi di miglioramento degli habitat a fini faunistici che prevedono, in particolare, la creazione/ripristino di spazi aperti (prati da fieno, pascoli), di colture a perdere  di cereali e leguminose, miglioramenti boschivi  e ripristino della viabilità pedonale. Tali interventi hanno previsto il coinvolgimento delle diverse realtà produttive locali (agricoltori,aziende zootecniche, cooperative e cacciatori)  attivando forme di collaborazione e di gestione coordinata del territorio.

Sono stati realizzati periodici interventi di monitoraggio e censimento delle specie faunistiche oggetto della gestione nelle diverse Zone protette provinciali oltre ad attività didattiche e divulgative.

Obiettivi raggiunti
  • Tutela o ripristino degli ecosistemi
  • Introduzione o miglioramento dei sistemi di gestione ambientale


Risultati in campo economico

Possibilità offerta alle aziende agricole, alle cooperative agro forestale e di educazione ambientale, alle associazioni venatorie di integrare o sviluppare un nuovo settore di reddito.

Obiettivi raggiunti
  • Sviluppo di un mercato di beni e servizi sostenibili
  • Miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia delle spese ambientali

Risultati in campo sociale

Sensibilizzazione  degli alunni sui processi di recupero e valorizzazione del territorio agro-silvo-pastorale.

Obiettivi raggiunti
  • Miglioramento delle prassi di partecipazione sociale
  • Aumento delle possibilità della comunità locale di influire sui processi decisionali locali
  • Tutela e riqualificazione del patrimonio culturale e degli spazi pubblici


Modalità di realizzazione


Creazione di partnership e collaborazioni

Creazione di una ampia rete progettuale tra soggetti pubblici e privati (Provincia, Ambiti Territoriali di Caccia, Associazioni venatorie, Agricoltori, Cooperative agro-forestali, Cooperative di educazione ambientale, Centri di Educazione Ambientale,  ecc.).

Obiettivi raggiunti
  • Creazione di collaborazioni tra soggetti pubblici e soggetti privati
  • Costruzione di strutture associative che garantiscano la continuità nel tempo delle azioni di sostenibilità

Promozione dell'informazione alla comunità locale e della partecipazione dei destinatari

Riunioni sul territorio al fine di favorire il coinvolgimento dei diversi soggetti interessati, elaborazione e realizzazione di progetti di educazione ambientale, partecipazione ed organizzazione di eventi pubblici, realizzazione di opuscoli informativi e di pubblicazioni relative alla programmazione didattica e alle attività gestionali.

Attività realizzate
  • Diffusione di informative alla comunità locale mediante affissione di manifesti, distribuzione di brochure o organizzazione di convegni
  • Divulgazione delle attività attraverso siti internet
  • Comunicazioni presso scuole, associazioni di cittadini di vario tipo o altre strutture non direttamente coinvolte nella realizzazione del progetto
  • Consultazione della comunità locale e dei destinatari nella fase di progettazione degli interventi
  • Partecipazione attiva della comunità locale e dei destinatari nella fase di progettazione degli interventi

Formazione delle unità operative

Descrizione della formazione professionale raggiunta per la realizzazione del progetto

Incontri periodici con i soggetti gestori delle Zone Protette  e gli insegnanti coinvolti nei progetti, realizzazione di una giornata di aggiornamento e presentazione di materiale informativo.

Attività realizzate
  • Produzione e distribuzione di documenti tecnici o manuali
  • Formazione del personale coinvolto mediante corsi
  • Reclutamento di personale specializzato
  • Affiancamento di consulenti al personale interno

Integrazione con altre attività e sviluppi futuri

Previsione di operare progetti specifici di miglioramento e gestione degli habitat con la predisposizione di un progetto su alcune specie di fauna selvatica, coordinamento su alcune azioni di controllo del cinghiale nelle ZPP.

Attività realizzate
  • Avvio di nuovi progetti d'implementazione
  • Adozione di nuovi sistemi di gestione integrati


Criticità


Criticità affrontate
Tipologia criticità
  • Incentivi legati agli obiettivi del progetto
  • Risorse logistiche e tecniche
  • Risorse economico-finanziarie


Trasferimento dell'esperienza


Elementi innovativi e attività per il trasferimento dell'esperienza

La strategia gestionale individuata può trovare campo di applicazione non limitato alle sole ZPP, ma si propone come modello per la gestione complessiva del territorio agro-silvo-pastorale dell’entroterra.

Strumenti per il trasferimento dell'esperienza
  • Produzione di documenti e rapporti sull'attività svolta
  • Breve collaborazione con altri soggetti che intendano implementare esperienze simili
  • Presentazione del progetto a conferenze nazionali e internazionali
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.