Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Provincia / Provincia di Genova / Mobility manager: azioni integrate per il miglioramento della mobilità urbana

Mobility manager: azioni integrate per il miglioramento della mobilità urbana


La Provincia di Genova sta attuando un insieme di azioni integrate al fine di incidere sugli spostamenti casa - lavoro dei propri dipendenti e di fornire un contributo concreto al miglioramento dello scenario della mobilità urbana.Attraverso il progetto Mobility manager si sono adottate quattro linee di sviluppo:- miglioramento dell'accessibilità degli uffici utilizzando il trasporto pubblico;- istituzione di una navetta di collegamento tra la stazione FS di Quarto ed il Se.Di. (sede decentrata della Provincia, a Quarto in via G. Maggio) dedicata ai dipendenti provinciali ed il relativo impiego sulla tratta Se.Di. - Sede centrale (in Piazzale Mazzini) per gli spostamenti di servizio;- incentivi economici per i dipendenti all'utilizzo del Trasporto Pubblico Locale, al fine di contribuire alla riduzione dei fenomeni di congestione del traffico urbano dei livelli di inquinamento atmosferico, con vantaggi sul piano ambientale, sociale ed economico;- sperimentazione del telelavoro, volta ad incidere sulle problematiche congiunte agli spostamenti casa/lavoro nonché a favorire la conciliazione dei momenti lavorativi con quelli familiari;- promozione del Car Sharing come iniziativa rivolta ai dipendenti e valutazione del servizio in complementarietà con il noleggio a lungo termine dei veicoli ad uso della Provincia.Attraverso le azioni previste dal progetto si vuole raggiungere un ulteriore obiettivo legato alla conciliazione dei tempi del lavoro e quelli della famiglia. Tale azione rientra tra quelle maggiormente raccomandate dalla Commissione Europea al fine di favorire l'occupazione femminile. Infatti, prevedendo la sperimentazione di forme di telelavoro domiciliare intrecciate con una pixc3xb9 ampia flessibilità di presenza sul posto di lavoro, si garantisce ad una parte dei dipendenti la possibilità di conciliare il proprio impegno professionale con le responsabilità familiari.Le iniziative sono in fase di attuazione. Il servizio di navetta tra la stazione ferroviaria di Genova-Quarto e gli uffici dell'amministrazione provinciale di Via G. Maggio (SE.DI.) è stato attivato in via sperimentale a partire dal 6 dicembre 2004.L'incentivazione ai dipendenti è consistita in un contributo per l'acquisto di abbonamenti annuali a servizi di trasporto pubblico. Il contributo medio per ogni dipendente è stato pari a circa il 58% della spesa sostenuta dal singolo per l'abbonamento annuale. Dall'analisi dei risultati è emerso che per circa il 60% - 65% dei dipendenti si è trattato di un contributo all'acquisto del titolo di viaggio annuale, già abitualmente utilizzato, mentre per il restante 35% - 40% ha avuto l'effetto di incentivare l'uso del mezzo pubblico. Si prevede di dare seguito all'iniziativa per l'anno 2005 e si sta valutando la possibilità di adottare forme innovative di incentivazione all'uso del trasporto collettivo ricorrendo, per esempio, all'adozione del ticket-transport.Per quanto riguarda il telelavoro nella Provincia di Genova, il progetto prevede la sperimentazione di due tipologie di iniziative. La prima denominata "telelavoro a distanza" individua ed utilizza spazi di lavoro dislocati sul territorio della Provincia di Genova. In questo caso l'Amministrazione, ai fini di disincentivare lo spostamento dei dipendenti dal proprio ufficio alla sede centrale per l'espletamento di adempimenti formali, attrezza opportune postazioni sul territorio. La seconda denominata "telelavoro domiciliare" indirizzato ai dipendenti che, per la distanza della loro abitazione dalla sede di lavoro o per esigenze di cura ed assistenza a familiari, rilevano particolari difficoltà a raggiungere quotidianamente il luogo di lavoro. La soluzione prevista è quella di operare una sperimentazione che preveda la dotazione, per un totale di 12 dipendenti, di attrezzature telematiche presso il loro domicilio. E’ stata infine avviata un'azione di sensibilizzazione rivolta ai dipendenti per promuovere il car-sharing.

None
Area urbana
Oltre 1.000.000 abitanti
Provincia
Mobilità
06/12/04
0
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.