Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Provincia / Provincia di Ferrara / PROVINCIA FE - DAL FORUM ALLA GESTIONE DEL PIANO DI AZIONE

PROVINCIA FE - DAL FORUM ALLA GESTIONE DEL PIANO DI AZIONE

Il progetto "Dal forum alla gestione del Piano d'Azione" intersettoriale della Provincia di Ferrara, che nasce dalla volontà dell'Assessorato all'Ambiente di proseguire il processo di Agenda 21 incominciato con la sottoscrizione della Carta di Aalborg nell'Agosto del 1996. Con la chiusura del forum provinciale, aperto nel Febbraio 2000, il progetto mira alla attuazione del piano d'Azione emerso dal forum, alla sua condivisione con il maggior numero di stakeholders, e alla sensibilizzazione della cittadinanza ai temi dello sviluppo sostenibile. Inoltre, il progetto si pone come obiettivo quello di monitorare il concretizzarsi delle azioni promosse dal forum mediante un sistema di reporting, facendo sì, inoltre, che questo sia integrato ad un ampio modello di contabilità ambientale utilizzato dall'Amministrazione Provinciale nella definizione delle proprie politiche e dei programmi. Al fine di raggiungere questi obiettivi, il Progetto è strutturato in quattro azioni: • Ha un carattere informativo - promozionale, prevede la realizzazione del Centro della Sostenibilità - "eco - prassi" - che fornisca supporto metodologico, pratico, ai cittadini, alle scuole, alle famiglie e alle aziende che voglio migliorare l'impatto ambientale dei propri comportamenti e consumi; • Prevede la definizione di un set di indicatori relativi allo Stato dell'Ambiente sui quali programmare un sistema di reporting che verifichi il concretizzarsi del Piano d'Azione e si integri con un più ampio sistema di Contabilità Ambientale nella programmazione delle politiche e attività dell'Ente; • Estendere gli obiettivi strategici del Piano d'Azione provinciale ai Piani Speciali d'Area attivando i relativi Forum di Area - Alto Ferrarese e Basso Ferrarese - promovendo negli enti comunali coinvolti l'applicazione dei principi di sostenibilità alle loro attività e programmi e l'attivazione dei processi di A21L; • Diffondere, all'interno del mondo scolastico dell'intero territorio provinciale, la conoscenza dei principi dell'Agenda 21 locale, sviluppando l'esperienza pilota "Scuola 21" sperimentata in due istituti superiori nell'anno scolastico 2000 - 2001.
Il progetto è supportato da un sistema di Accountability che si basa sull'utilizzo di indicatori di performance - per monitorare nel tempo la qualità del processo attivato e il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità - e indicatori ambientali - per valutare lo stato attuale ed identificare obiettivi e target quantitativi -. Tale sistema si basa su una serie di parametri riguardo alla qualità, all'efficacia e all'efficienza del processo. Verranno controllate in specifico le fasi di: ·ATTUAZIONE - l'indicatore principale riguarda il fatto che il piano d'attuazione si realizzi. L'azione di controllo periodica sullo stato di avanzamento èè svolta sia dal Gruppo Strategico del progetto, che dal gruppo intersettoriale. ·DIFFUSIONE: l'indicatori di performance riguarda il n° di Comuni coinvolti, il numero di cittadini contattati, il numero di enti che hanno adottato A21L. ·MONITORAGGIO: è previsto un sistema di monitoraggio che definisca l'efficienza dei progetti. L'efficacia ambientale è verificata dal sistema di monitoraggio stesso.
ARPA,altri.
Territorio provinciale
Da 10.000 a 100.000 abitanti
Provincia
Strategie partecipate e integrate
06/11/01
18
€ 217.745
Ministero dell'Ambiente
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente del 70% pari a 152.354,79 euro
Paola Magri
No file
No file
No file
No file
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.