Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Ente di ricerca / ENEA / Definizione di una Migliore tecnica disponibile - BAT - per il riuso dell'acqua nelle PMI del settore tessile

Definizione di una Migliore tecnica disponibile - BAT - per il riuso dell'acqua nelle PMI del settore tessile

Il principale impatto sull'ambiente del settore tessile è dato dal consumo primario di acqua - 80-100 m3/ton di prodotto finito - e dallo smaltimento dei reflui, caratterizzato da grandi quantità di sostanze chimiche organiche e di agenti coloranti, bassa biodegradabilità ed alta salinità. Attualmente, nessuna impresa attua sistemi di recupero integrati in grande scala degli effluenti per riutilizzarli nel ciclo produttivo, nonostante le esperienze di successo di diversi progetti di ricerca ed esperienze pilota. In più, le PMI non riutilizzano l'acqua ma usano ancora acqua di falda di alta qualità in tutto il processo produttivo. Secondo la Direttiva IPPC, le migliori tecnologie disponibili - BAT - per il settore tessile descritte nel documento di riferimento BREF, dovrebbero essere attuate da tutte le grandi imprese e dalle PMI con una capacità produttiva superiore a 10 tonnellate al giorno. Il BREF per il tessile comprende diverse BAT per i processi produttivi, ma solo consigli generali sul trattamento e riuso dei reflui. Il progetto intende strutturare e applicare una nuova BAT per la gestione a basso impatto delle acque nell'industria tessile. La fattibilità e l'efficienza della BAT saranno dimostrate in una impresa tessile di rifinitura di medie dimensioni, la Stamperia di Martinengo. La nuova BAT proposta intende progettare dei nuovi sistemi idrici per il riuso dei reflui. Questo progetto sarà il frutto dell'applicazione di una metodologia che integra i differenti aspetti coinvolti nel riuso.
ANOVA, CIDA, MARTINENGO, Università di Firenze; CENTEXBEL - BELGIO -
Area industriale
Ambito nazionale
Industria
01/12/05
36
€ 2.055.344
UE
LIFE
Finanziamento Life Ambiente 2005: 965.902 euro
Maurizio Casarci
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.