Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Ente di ricerca / Consiglio Nazionale delle Ricerche / Una nuova tecnologia per il trattamento a basso impatto ambientale dei reflui civili e/o industriali

Una nuova tecnologia per il trattamento a basso impatto ambientale dei reflui civili e/o industriali

Gli impianti per il trattamento delle acque reflue devono affrontare problemi ricorrenti come la produzione di fanghi e la tossicità degli effluenti dopo il trattamento. Alcune soluzioni tecnologiche sono già state testate a scala di ricerca con risultati significativi, soprattutto in termini di produzione di fanghi.

Quando la tecnologia è stata applicata ai reflui civili, i risultati hanno mostrato una riduzione drastica del carico organico. Il processo è riuscito inoltre ad eliminare un'alta percentuale - quasi il 90% - dei solidi sospesi, lasciando un volume di fanghi trascurabile. Il progetto mira a sviluppare a scala dimostrativa una tecnologia innovativa per il trattamento dei reflui civili e/o industriali.

I risultati attesi sono:

- una maggiore capacità di conversione - fino a 6-10 volte - e minori volumi di reazione - il che vuol dire impianti più piccoli con minore impatto ambientale -;

- una riduzione della produzione di fanghi fino a 10 volte nel caso dei reflui civili e fino a 40 volte per i reflui delle concerie;

- una riduzione del 50% della tossicità dei reflui trattati;

- un risparmio del 40% dei costi operativi, aumentando la competitività delle industrie potenzialmente interessate - anche PMI - che adotteranno questa nuova tecnologia.

AZIENDA MEDITERRANEA GAS E ACQUA S.p.A., Genova; Université de Savoie, Ecole Nationale Supérieure du Génie de l'Environnement et de la Construction - ESIGEC -, Le Bourget du Lac, Francia
Area urbana
Ambito nazionale
Industria
15/11/05
36
€ 624.784
UE
LIFE
Finanziamento Life Ambiente 2005: 294.714 euro
Antonio Lopez
No file
No file
No file
No file
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.