Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Ente di ricerca / Centro Ricerche Produzioni Animali (CRPA) / SEQ-CURE Sistemi integrati per accrescere il sequestro di carbonio, attraverso la produzione di colture energetiche fertilizzate con residui organici

SEQ-CURE Sistemi integrati per accrescere il sequestro di carbonio, attraverso la produzione di colture energetiche fertilizzate con residui organici

Nel 2000, le emissioni di CO2 in Emilia Romagna sono state stimate in quasi 35 milioni di tonnellate. Includendo gli altri gas serra CH4 e N2O, le emissioni della regione attualmente superano i 41 milioni di tonnellate CO2 equivalenti l'anno. L'agricoltura può contribuire a mitigare i cambiamenti climatici producendo biomassa che sostituisca l'uso di combustibili fossili ed anche sequestrando la CO2 in carbonio organico del terreno. Attraverso i cambiamenti di uso del suolo può essere realizzata una riduzione delle emissioni di CO2 valutata in quasi 2 milioni di tonnellate/anno. L'obiettivo principale di questo progetto è dimostrare come i residui organici quali i fanghi da acque reflue ed i concimi possono essere usati nella produzione agricola di biomasse vegetali come fonte di energia rinnovabile, così da contribuire sia alla riduzione delle emissioni del CO2 all'atmosfera, sia al sequestro di quantità significative di carbonio nel terreno. Il progetto ha misurato le variazioni di flusso nel ciclo di carbonio in seguito alle pratiche agricole proposte. Ha sviluppato una metodologia per calcolare le emissioni di gas serra - GHG - ed il sequestro del carbonio derivanti dai cambiamenti di uso del suolo. Inoltre ha valutato la possibilità di concludere degli accordi di filiera tra il settore agricolo, i produttori di energia ed i consumatori.
Il progetto Seq-Cure ha vinto nel 2010 il premio ?Best of the Best LIFE Environment?. I suoi risultati sono stati così importanti che le autorità italiane li hanno utilizzati per redigere la normativa che valuta la sostenibilità della produzione di biocarburanti.
Fondazione CRPA Studi e Ricerche ONLUS, Cooperativa Terremerse, Azienda Sperimentale Vittorio Tadini, Azienda Agraria Sperimentale "Stuard", Confederazione Italiana Agricoltori Piacenza; Max Planck Institute for Biogeochemistry - MPI-BGC -
Area rurale
Ambito nazionale
Energia, Agricoltura
01/12/06
39
€ 1.034.551
UE
LIFE
Progetto finanziato nell'ambito del programma LIFE Ambiente 2006 con un cofinanziamento di 955.989 euro.
Marco Ligabue
http://www.crpa.it/nqcontent.cfm?a_id=3995&tt=crpa_www&sp=seq-cure
647_266.pdf — 1500 KB
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.