Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Ente di gestione area protetta / Riserva Naturale Zompo lo Schioppo / Conservazione della Faggeta Appennica di Taxus e Ilex nella Riserva Naturale di Zompo lo Schioppo

Conservazione della Faggeta Appennica di Taxus e Ilex nella Riserva Naturale di Zompo lo Schioppo

Il progetto fa seguito ad un precedente progetto Life Natura, concluso nel 2001, rivolto alla conservazione della faggeta mista - con tasso comune e agrifoglio - e dell'orso bruno, entrambi considerati specie prioritarie dalla Direttiva Habitat. Il progetto, il primo ad occuparsi della gestione di questo tipo di foresta negli Appennini, è stato un successo, non solo per l'estensione dell'area interessata, ma anche per il supporto ottenuto dalla popolazione locale. Questo secondo progetto estende l'attività a due siti Natura 2000 confinanti, con problemi simili che minacciano la sopravvivenza della foresta e degli orsi. In queste aree la gestione forestale è ancora basata su criteri datati, che portano al predominio del faggio, che impedisce la crescita del tasso. In più, il pascolo incontrollato da parte degli animali domestici sta distruggendo le poche piante di tasso esistenti. La diminuzione di biodiversità che ne risulta comporta un minore valore alimentare dell'habitat per gli orsi, che arrivano qui dal loro habitat principale, costituito dal vicino Parco Nazionale d'Abruzzo. Come nel precedente progetto, l'obiettivo principale è migliorare lo stato ecologico della foresta di tasso, favorire la sua espansione e creare un habitat adatto per l'orso bruno. Le azioni previste sono principalmente di tipo silvocolturale. La biodiversità della foresta di faggio, tasso e agrifoglio sarà aumentata attraverso abbattimenti selettivi, l'apertura di radure e la messa a dimora di migliaia di tassi, mentre la disponibilità di cibo per gli orsi sarà assicurata piantando e potando alberi da frutto. Il controllo del pascolamento sarà ottenuto costruendo abbeveratoi e migliorando i pascoli all'esterno della foresta di faggio. Una campagna di sensibilizzazione diretta agli allevatori locali li incoraggerà a dirottare il bestiame in queste aree aperte, riducendo la pressione da sovrapascolamento all'interno della foresta. La popolazione di orsi sarà monitorata costantemente, prevenendo i possibili disturbi di origine antropica attraverso una sorveglianza continua dei siti. Sul versate dell'educazione ambientale, sarà realizzato un programma scolastico rivolto ai più giovani per sottolineare l'importanza della salvaguardia del patrimonio naturale.
Non
Area protetta
Riserva Naturale Statale o Regionale
Territorio e Paesaggio
01/09/03
49
€ 946.122
UE
LIFE
Cofinanziamento programma Life Natura: 473.061 euro
Giovanni D'Amico
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.