Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Ente di gestione area protetta / Parco Regionale della Maremma / SelfPAs Autofinanziamento delle aree protette

SelfPAs Autofinanziamento delle aree protette

La Commissione Mondiale per le Aree Protette - WCPA - dello IUCN ha pubblicato di recente delle linee guida per il finanziamento delle aree protette attraverso la promozione di un approccio alla gestione di tipo imprenditoriale.Seguendo queste linee guida possono essere immaginati dei meccanismi di autofinanziamento adatti alle esigenze specifiche delle aree protette europee - Aree Protette o siti Natura 2000 -, ma questo potenziale non è stato ancora esplorato negli stati membri della UE. Il progetto dà l'opportunità di analizzare meccanismi alternativi di autofinanziamento delle aree protette in supporto agli obiettivi di conservazione e gestione ambientale per cui esse sono state create. Questi meccanismi saranno integrati adeguatamente nell'attuale quadro di gestione usando un approccio partecipativo, con il coinvolgimento di tutti gli stakeholder le cui attività sono in relazione con il patrimonio ambientale che i parchi mirano a conservare. Il progetto sarà implementato attraverso una serie di esperienze condotte in un gruppo di aree protette italiane che presentano caratteristiche geografiche, istituzionali, ambientali e socio-economiche diverse.

Parco Regionale della Maremma - capofila -, Federparchi, Parco Nazionale dei Monti Sibillini, Parco Nazionale dell'Asinara, Parco Nazionale del Vesuvio, Parco Regionale del Delta del Po
Area protetta
Da 10.000 a 100.000 abitanti
Parco Regionale
Turismo
01/11/04
42
€ 1.455.000
UE
LIFE
Cofinanziamento programma LIFE AMBIENTE 724,000.00 euro
Nick Marchesi
No file
No file
No file
No file
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.