Conservazione e gestione del biotopo palude di S. Genuario

Il biotopo della palude di S. Genuario costituisce una delle poche interruzioni nel territorio quasi completamente trasformato in risaie della provincia di Vercelli. All'interno dell'area è stato individuato un SICp/ZPS che riguarda le vasche dell'ex allevamento ittico Alma, oggi abbandonate e spontaneamente rinaturalizzate. Il differente livello dell'acqua nelle singole vasche ha consentito la creazione di diversi habitat: canneti, cariceti, arbusteti e prati, specchi d'acqua libera, che ospitano una ricca fauna di uccelli ed anfibi. Tra le specie di uccelli sono presenti il tarabuso, l'albanella reale, l'airone rosso, il tarabusino e il forpaglie castagnolo. E' inoltre presente una delle più importanti popolazioni regionali di testuggine d'acqua. Importante è anche la vegetazione igrofila, con Utricolaria australis, Potamogeton sp. Callitriche sp., Chara sp., Nuphar luteum e la presenza di lembi di querco-carpineto medioeuropeo. Le principali minacce che riguardano il sito sono la possibilità di riattivazione dell'itticoltura in assenza di una gestione finalizzata alla conservazione della natura, la distruzione del canneto, l'interramento delle zone umide, l'attività venatoria, la distruzione delle formazioni forestali a querco-carpineto e della vegetazione igrofila. L'obiettivo generale del progetto è il mantenimento ed il miglioramento delle caratteristiche naturalistiche del sito attraverso una gestione attiva. L'Ente di gestione acquisirà a questo scopo 4 ha di terreni ed applicherà forme di gestione mirate ad estendere lo sviluppo del querco-carpineto, tendendo a creare dei corridoi ecologici che evitino l'isolamento del sito rispetto alle aree forestali circostanti - Bosco della Partecipanza, 500 ha -. Sono previsti inoltre accordi con i proprietari terrieri per la gestione di 36 ha. Si stabilizzerà la diversità ambientale del sito attraverso la regolazione del livello dell'acqua nelle diverse vasche e verranno recuperate e rinaturalizzate le aree interessate dai manufatti residui dell'attività preesistente. La descrizione delle caratteristiche ambientali ed il monitoraggio dei valori naturalistici permetteranno la definizione di un piano di gestione dell'area che possa essere esportabile in situazioni analoghe. Azioni di educazione e sensibilizzazione della popolazione faranno da corredo alle azioni di gestione diretta.
Area protetta
Da 100.000 a 1.000.000 abitanti
Parco Regionale
Territorio e Paesaggio
31/12/00
36
€ 853.320
UE
LIFE
Cofinanziamento LIFE Natura 2000 del 50% pari a 426.660 euro
Mario Zocco
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.