Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Ente di gestione area protetta / Parco Regionale dei Colli Euganei / Salvaguardia degli habitat di interesse ecologico nel Parco Regionale dei Colli Euganei

Salvaguardia degli habitat di interesse ecologico nel Parco Regionale dei Colli Euganei

Il Parco Regionale dei Colli Euganei, in provincia di Padova, è stato il primo parco regionale del Veneto ed è visitato da migliaia di turisti, attratti da verdi colline, terme, borghi medioevali e vini. L'estensione dell'area occupata dai vigneti ha però portato ad una forte riduzione delle praterie di grande valore ecologico. Quest'area è inoltre minacciata dall'invasione di specie aliene, come la robinia e l'ailanto. Quest'ultima, in particolare, rappresenta un problema per le querce, insieme alla gestione dei boschi cedui e agli incendi. Il progetto si interesserà anche delle praterie carsiche e dei castagni, minacciati dalla malattia della corteccia, dall'abbandono della coltivazione e dalla trasformazione delle formazioni mature in piante cedue, e infine dei laghi naturalmente eutrofici, che sono soggetti all'inquinamento agricolo e soffrono della scarsa manutenzione. Gli habitat presi in esame sono ricompresi in 8 siti Natura 2000 all'interno del parco. L'obiettivo del progetto, la conservazione degli habitat di interesse europeo del parco, è contemplato tra gli obiettivi del Piano di Sviluppo Rurale della Regione Veneto. Il Parco dei Colli Euganei garantirà una gestione sostenibile di lungo periodo delle praterie e della vegetazione idrofila di importanza comunitaria attraverso la preparazione e implementazione di piani di gestione per questi habitat. Le praterie, inoltre, saranno ripulite dalle specie aliene, e falciate periodicamente, mentre la creazione di siepi ridurrà l'inquinamento di origine agricola delle aree umide. Gli altri obiettivi, perseguiti attraverso accorsi con i proprietari terrieri, saranno la riconversione dei boschi di querce da taglio in foreste di alto fusto e la reintroduzione dei metodi tradizionali di gestione dei castagni. Infine, sarà perseguita una regolazione dei flussi turistici attraverso al costruzione di recinzioni e sentieri e la collocazione di pannelli informativi nelle aree più sensibili.
Area protetta
Parco Regionale
Territorio e Paesaggio
01/10/03
48
€ 1.487.250
LIFE
Cofinanziamento programma Life Natura: 892.350 euro
Silvio Bartolomei
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.