Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Ente di gestione area protetta / Parco Regionale Castelli Romani / A.S.S.O. - Ambiente e Sviluppo Sostenibile Orientato al Territorio - Parco Regionale Castelli -

A.S.S.O. - Ambiente e Sviluppo Sostenibile Orientato al Territorio - Parco Regionale Castelli -

Per raggiungere gli obiettivi del progetto ASSO, i promotori, i partner hanno elaborato la seguente proposta tecnica con l'obiettivo di mettere in moto un processo di piena adesione ai principi della carta di Aalborg, per arrivare ad avere gli strumenti necessari per poter poi realizzare un Piano di Azione Locale per Agenda 21. Si darà ampia visibilità ai principi fondanti della Carta di Aalborg e alle sue possibili applicazioni nel territorio attraverso una curata strategia di comunicazione a tutti i livelli, nonché mediante un'attenta definizione del quadro diagnostico che porti alla redazione della RSA. Un importante valore aggiunto al processo viene dalle esperienze consolidate sulla tematica di riferimento realizzate da una parte con la formalizzazione dell'Accordo di Programma "Terra dei Latini", già avviato in partenariato con alcuni Comuni dell'area dei Castelli Romani, la Regione Lazio, il Parco Regionale, con il quale si è avviato un processo di collaborazione tra questi soggetti per la ridefinizione dell' "identità" di un distretto nel quale soprattutto i Comuni possano riconoscersi e collaborare fattivamente e dall'altra con l'avvio di un network fra le scuole dei diversi gradi di Genzano sulle tematiche della "Città Sostenibile". Caposaldo operativo è il modulo rappresentato dall'Osservatorio - Laboratorio composto di risorse umane e di risorse strumentali già operanti sul territorio e che, attivato presso il Consorzio Imprese dei Castelli Romani, con il sostegno del Parco Regionale e dei Comuni di Genzano e Nemi ha intrapreso lo "studio propedeutico alla definizione di un distretto turistico-culturale dei Castelli Romani". L'altro caposaldo è la struttura S3 ACTA che si occupa di formazione manageriale, consulenza aziendale e ricerca socio-organizzativa, con attenzione particolare all'evoluzione di processi sociali innovativi e processi complessi. Il progetto consiste nella realizzazione di un'azione integrata, conforme agli obiettivi posti in essere da Agenda 21, di diverse attività all'interno delle amministrazioni comunali e all'esterno coinvolgendo tutti i principali operatori del territorio compresi i cittadini. L'articolazione degli interventi avverrà attraverso: 1 -DEFINIZIONE QUADRO DIAGNOSTICO: - Indagine sul territorio tramite una struttura di osservatorio-laboratorio, articolata in 4 parti principali - mesi 1-4 -; - Raccolta e elaborazione dei dati relativi al territorio - mesi 4-9 -; - Monitoraggio sul territorio - mesi 7-18 -; - Analisi dell'efficacia delle politiche sul territorio, finalizzate a far scaturire il modello d'intervento applicabile all'intera area di competenza del Parco Regionale dei Castelli Romani - mesi 11-17 -.2.ATTIVITA' DI INFORMAZIONE: - Analisi di scenario - mesi 1-4 -; - Comunicazione interna - mese 4-9 -; - Comunicazione esterna - mese 8-14 -; - Processo di partecipazione - mese 13-18 -. E' prevista, inoltre, un'attività costante di monitoraggio delle varie fasi del progetto al fine di rilevare e correggere tempestivamente eventuali scostamenti ed un'attività specifica per garantire la diffusione e la trasferibilità dei risultati. Si ritiene, quindi, la necessità di implementare una strategia di comunicazione rivolta, da una parte, ai funzionari e dipendenti delle Amministrazioni Locali - comunicazione interna - e, dall'altra, alla comunità dei cittadini - comunicazione esterna -; condizioni indispensabili per consentire una reale condivisione dei principi espressi dalla Carta di Aalborg e porre le condizioni per la realizzazione di un Piano d'Azione Locale per un modello urbano di sviluppo sostenibile e l'avvio di un Forum.
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente Bando A21L - 2000 -
Regione Lazio, Comuni
Area protetta
Da 10.000 a 100.000 abitanti
0
Strategie partecipate e integrate
14/11/01
18
€ 170.872
Ministero dell'Ambiente
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente del 70% pari a 119.487,17 euro
Sandro Caracci
None
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.