Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Ente di gestione area protetta / Parco Nazionale dello Stelvio / STELVIO 21 - Partecipazione e Sviluppo Sostenibile nel Parco Nazionale dello Stelvio

STELVIO 21 - Partecipazione e Sviluppo Sostenibile nel Parco Nazionale dello Stelvio

Il Parco Nazionale dello Stelvio sta procedendo in un percorso di riorganizzazione amministrativa, avviato nel 1992, che ha come fulcro la suddivisione della struttura gestionale in tre Comitati di gestione decentrati, coordinati da un unico Consiglio Direttivo. Questa tripartizione dell'organo di gestione rispecchia la storica frattura che divide le comunità residenti nel parco e che rappresenta uno dei principali problemi per il funzionamento dello stesso. Il passaggio che l'Ente si trova attualmente ad affrontare è il processo di approvazione del Piano del parco, nell'ambito del quale, dati i tradizionali problemi di consenso che l'Ente ha sempre incontrato, la capacità strumenti di concertazione e negoziazione con le popolazioni locali riveste un'importanza fondamentale. Per queste ragioni l'avvio di un processo di Agenda 21L può rappresentare un importante strumento di supporto per l'azione del Parco verso l'elaborazione di un modello di sviluppo sostenibile partecipato e condiviso dalle popolazioni residenti. Le azioni previste dal progetto sono: 1.Attività di Informazione, per sensibilizzare la cittadinanza ai temi dello sviluppo sostenibile e per coinvolgere il maggior numero possibile di stakeholders della comunità locale. La durata prevista per questa fase è di circa 6 mesi complessivi - 4 all'avvio e 2 alla fine del progetto - e ci si attende i seguenti risultati: a - sensibilizzazione del personale del parco e della popolazione residente ai temi della sostenibilità; b - aumento della "visibilità" del Parco come Ente di gestione territoriale e promotore di sviluppo; c - sinergie col processori discussione del Piano del parco; d - restituzione e diffusione dei risultati delle attività realizzate; 2.Formazione di un Forum civico attraverso il quale pervenire alla definizione di strategie condivise di sviluppo sostenibile. La durata prevista è di 3 mesi e ci si attende: a - l'individuazione degli stakeholders; b - messa a punto delle sinergie di coinvolgimento; c - attivazione del Forum; 3.Impostazione di linee guida per le strategie di sviluppo sostenibile - 9 mesi - dalla quale ci si attende: a - la definizione partecipata di obiettivi, priorità di intervento, strategie e tempi di attuazione; b - elaborazione di una "Proposta di Piano d'Azione Locale"; 4.Predisposizione ad opera di tecnici e attraverso la consultazione del Forum di indicatori di sostenibilità locale per la RSA del Parco Nazionale, sulla base della quale si potrà procedere alla definizione del Piano d'Azione Locale - 8 mesi -. Ci si attende: a - la sistemazione e l'integrazione degli indicatori ambientali attualmente utilizzati dai tre Comitati di gestione; b - l'attivazione di un sistema di monitoraggio ambientale unificato presso la sede centrale del Parco; c - la stesura della prima bozza della RSA del Parco Nazionale dello Stelvio da presentare al Forum civico.
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente Bando A21L - 2000 -
Comuni
Area protetta
Da 10.000 a 100.000 abitanti
Parco Nazionale
Territorio e Paesaggio, Strategie partecipate e integrate
11/01/02
18
€ 196.253
Ministero dell'Ambiente
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente del 70% pari a 137.377,53 euro
Luca Pedrotti
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.