Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Ente di gestione area protetta / Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano / ECO.PARCO - UN PARCO LABORATORIO PER SPERIMENTARE LO SVILUPPO SOSTENIBILE

ECO.PARCO - UN PARCO LABORATORIO PER SPERIMENTARE LO SVILUPPO SOSTENIBILE

Il Progetto ha una durata complessiva di 18 mesi ed è strutturato nelle seguenti fasi di lavorazione, per le quali sono indicati anche i singoli periodi di svolgimento. -FASE 1 OBIETTIVI: Costituzione di un valido gruppo di persone all'interno dell'Ente Parco che dovrà supportare tutte le tappe del processo di Agenda 21 locale. RISULTATI ATTESI: Trasferimento di competenze sulla gestione di processi A21L all'Amministrazione del Parco mediante attività formative su: A21L, Certificazione Ambientale, Metodologie di gestione dei progetti e Metodologie di gestione dei gruppi di lavoro. DURATA: 2 mesi. -FASE 2 OBIETTIVI: Sensibilizzazione rivolta verso l'esterno e coinvolgimento degli attori locali al processo di A21L, in particolare degli 80 Comuni e delle 7 Comunità Montane del territorio del Parco. RISULTATI ATTESI: Realizzazione di un'ampia campagna di sensibilizzazione sulle tematiche dello Sviluppo Sostenibile e della certificazione ambientale. Realizzazione di incontri mirati al coinvolgimento dei soggetti ritenuti maggiormente rappresentativi - soggetti pubblici e privati che operano nel territorio del parco -. DURATA: 4 mesi. -FASE 3 OBIETTIVI: Istituzione di un Forum rappresentativo dei principali portatori di interesse locale che lavorerà, poi, in gruppi di lavoro responsabili di singole aree tematiche. Predisposizione degli strumenti metodologici e di supporto organizzativo alle sessioni del Forum. RISULTATI ATTESI: Realizzazione degli incontri del Forum - primo incontro di presentazione al pubblico con il coinvolgimento dei mass media e successive sessioni di lavoro -. DURATA: 13 mesi. -FASE 4 OBIETTIVI: sviluppare un sistema di indicatori gestionali per valutare l'efficacia delle politiche e delle azioni intraprese dall'Ente Parco. RISULTATI ATTESI: Elaborazione di metodologie operative di rilevazione dei dati per la costruzione degli indicatori.DURATA: 3 mesi. - FASE 5 OBIETTIVI: Caratterizzazione del territorio ambientale del parco in termini di: stato dei vari comparti ambientali, fattori di pressione maggiormente critici, revisione delle pratiche interne dell'Ente Parco e valutazione dell'efficacia delle politiche attuate. RISULTATI ATTESI: Esecuzione di un'Analisi Ambientale Iniziale e predisposizione del Rapporto sullo Stato dell'Ambiente. DURATA: 9 mesi. - FASE 6 OBIETTIVI: Definizione della Politica Ambientale e del Piano d'Azione locale in accordo con gli strumenti di programmazione già esistenti. RISULTATI ATTESI: adozione del programma d'Azione quale strumento di governo del territorio.DURATA: 9 mesi. -FASE 7 OBIETTIVI: Definire la struttura del Sistema di Gestione Ambientale del parco. RISULTATI ATTESI: Adeguamento della struttura organizzativa dell'Ente Parco ed elaborazione della documentazione del sistema di gestione al fine di soddisfare i requisiti delle norme di riferimento; adesioni di soggetti terzi al Sistema di Gestione ambientale del parco tramite l'adozione di procedure di qualifica. DURATA: 5 mesi. -FASE 8 OBIETTIVI: Verificare lo stato di attuazione Sistema di gestione ambientale del parco. RISULTATI ATTESI: Rilascio della certificazione ISO 14001 del Sistema di gestione ambientale del Parco da parte dell'Ente di certificazione prescelto e adozione di strumenti di monitoraggio dei risultati.DURATA: 3 mesi.
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente Bando A21L - 2000 -
Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano,Comuni,Comunità montane
Area montana
Da 10.000 a 100.000 abitanti
Parco Nazionale
Strategie partecipate e integrate
15/11/01
18
€ 209.165
Ministero dell'Ambiente
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente per il 68,5% pari a 143059
Domenico Nicoletti
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.