Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Ente di gestione area protetta / Parco Naturale Regionale delle Serre / ARCHICHARTER Applicazione della Carta europea del turismo sostenibile nella aree protette dell'area Archimed integrata con EMAS, Agenda 21 e Ecolabel

ARCHICHARTER Applicazione della Carta europea del turismo sostenibile nella aree protette dell'area Archimed integrata con EMAS, Agenda 21 e Ecolabel

ARCHICHARTER è un progetto finanziato nell'ambito dell'iniziativa Comunitaria INTERREG III B ARCHIMED e si propone di applicare la Carta Europea per il Turismo Sostenibile in 6 aree protette dell'area Archimed. ARCHICHARTER promuove il miglioramento ambientale dei Parchi attraverso l'adozione della Carta Europea del Turismo Sostenibile da parte di alcuni Parchi dell'Area Archimed, dove il turismo costituisce un importante attività economica ma, allo stesso tempo, può essere anche una grave minaccia. Infatti, il turismo è una componente fondamentale per l'economia dell'area mediterranea caratterizzata da forti valori naturalistici, culturali e tradizionali, dove i sistemi e le attività umane sono molto interdipendenti e dove le attività economiche influenzano fortemente gli ecosistemi. Per tali motivi è necessario adottare una prospettiva che tenga conto di tali interrelazioni nelle azioni di sviluppo locale. In tal senso, la Carta Europea per il Turismo Sostenibile, quale strumento strategico definito da Europarc e dalla DGXI della Commissione Europea d'accordo con IUCN, costituisce senz'altro un utile mezzo di promozione del turismo nelle aree protette. La Carta considera ogni risorsa locale come elemento fondamentale di attrattività turistica e, pertanto, richiede agli amministratori dei Parchi, agli operatori turistici e alle parti interessate locali di creare una rete per definire congiuntamente strategie di sviluppo turistico e, allo stesso tempo, proteggere la natura e valorizzare il patrimonio culturale. Nell'ambito dell'area Acrhimed nessun Parco ha fin'ora adottato la Carta. Il progetto mira a promuovenre l'applicazione, stimolando sinergie pubblico/private all'interno di ciascuno Parco e tra i vari Parchi. Inoltre, il progetto si propone di integrare la Carta con elementi contenuti in altri strumenti volontari per la sostenibilità quali EMAS, Agenda 21 Locale ed Ecolabel. Le principali attività comprendono: creazioni di reti tra soggetti pubblici e privati e tra partner, analisi ambientale, ricerche sulla domanda/offerta turistica, studi locali e trans-nazionali sullo sviluppo del turismo e sulla gestione dei Parchi, definizione di una Strategia comune e Piani di Azione condivisi per l'applicazione della Carta in ciascun Parco, attività informative, seminari, corsi di formazione sulle nuove strategie per la qualità e l'applicazione di Ecolabel a infrastrutture, servizi e prodotti turistici. Il progetto si propone, inoltre, di promuovere la cooperazione tra Parchi e, a livello locale, tra attori pubblici e privati, con l'obiettivo di definire una strategia comune per uno sviluppo del turismo sostenibile e per l'introduzione di un piano d'Azione condiviso. Il progetto promuove infine un approccio transnazionale al turismo creando allo stesso tempo nuove competenze e opportunità.

Capofila: Parco Regionale delle Serre (Calabria); Parco Regionale dei Nebrodi (Sicilia) Parco Regionale del Matese (Campania); Parco Nazionale Marino di Zakynthos, Regione Delta - Rhodopi (Macedonia - Tracia), Municipalit\xc3\xa0 di Nevropolis (Tessaglia ) (Grecia). Partener scientifici: ENEA, Europarc, Comitati Ecolabel e EMAS.
Area protetta
Da 100.000 a 1.000.000 abitanti
Riserva Naturale Statale o Regionale
Turismo, Territorio e Paesaggio
01/06/06
12
€ 785.950
UE
INTERREG
http://infosig3.frascati.enea.it/archicharter
No file
No file
No file
No file
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.