Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comunità montana / Comunità Montana Valtiberina Toscana / Rinaturalizzazione e riqualificazione ambientale del Fiume Tevere e dell'invaso di Montedoglio - Percorso ciclopedonale attrezzato lungo il fiume - Comune di Anghiari (AR)

Rinaturalizzazione e riqualificazione ambientale del Fiume Tevere e dell'invaso di Montedoglio - Percorso ciclopedonale attrezzato lungo il fiume - Comune di Anghiari (AR)

Il progetto realizzato nel Comune di Anghiari si sviluppa lungo il Tevere, tra l'insediamento della Motina e quello di Viaio. L'area d'intervento è situata all'interno della golena del fiume e compresa tra l'argine di magra e i numerosi laghi di cava, generati dal prelievo di ghiaia e sabbia. L'attività di escavazione, interrotta da qualche anno, ha fortemente compromesso l'area, alterandone gli equilibri eco-sistemici.

L'intensa attività estrattiva di ghiaia e sabbia, praticata per circa venti anni nell'area golenale, ha infatti allontanato la popolazione dal fiume, creando alterazioni ambientali irreversibili - laghi di cava - e zone di degrado. A tali attività, oggi dismesse, si sono aggiunti altri elementi di disturbo, tra cui gli impianti di "lavorazione inerti" - ancora attivi -, una discarica incontrollata di RSU - recentemente bonificata - e le aree industriali in zona S. Fiora. La continuità del paesaggio agrario della golena è stata così compromessa dall'inserimento di funzioni antropiche incompatibili con l'ambiente fluviale, che hanno interrotto il rapporto sinergico, spaziale e visuale, che in passato esisteva tra il corso d'acqua e la campagna circostante.

Dopo la dismissione dell'attività estrattiva, la complessità del sistema fluviale ha consentito di reagire allo stato di degrado causato dalle escavazioni, dando origine ad un nuovo paesaggio, ancora instabile ma ricco di vegetazione e di fauna, tanto che la maggior parte dei laghi di cava presenti in golena è stata inserita nella Carta della Natura della Provincia di Arezzo come sistema di "zone umide" di pregio naturalistico. Nella stessa area golenale i Comuni di Anghiari e Sansepolcro hanno istituito, nel 2004, un'Area Protetta d'Interesse Locale - ANPIL Golena del Tevere -\r Tuttora permane, in località Motina, un'attività di lavorazione inerti che utilizza alcuni laghi di cava per lo scarico del limo derivante dagli impianti di lavaggio. L'abbandono delle aree circostanti e il transito continuo di mezzi pesanti hanno reso il lungo fiume degradato e, in molte parti, difficilmente accessibile.

La Comunità Montana Valtiberina, consapevole del valore intrinseco dell'area, ha così promosso la riqualificazione e rinaturalizzazione di un'ampia fascia della golena del Tevere, per una lunghezza di circa 2 Km, con i seguenti obiettivi:

- migliorare l'accessibilità al fiume;

- rendere fruibili gli argini fluviali orientando il pubblico in ambiti idonei e attrezzati;

- riqualificare e rinaturalizzare le parti degradate da attività antropiche improprie;

- tutelare e valorizzare le componenti strutturali del territorio - percorsi, arginature storiche, ecc. -;

- valorizzare le visuali che si aprono sul fiume e sulle colline circostanti;

- ricostituire i collegamenti con il paesaggio agrario di pianura e con i centri abitati.

Il progetto è riuscito ad attribuire all'ambito fluviale un nuovo ruolo, conferendo valore ad un'area compromessa, ma con grandi potenzialità intrinseche. Lungo il fiume vengono infatti svolte, con apposite guide, attività didattiche a carattere ambientale, e l'area golenale interessata dall'intervento è diventata un luogo di ritrovo che attrae la popolazione locale per attività ricreative e sportive (passeggio, footing, bicicletta, solarium, pic-nic, ecc).

Il fiume, che è stato escluso per decenni dalla frequentazione del pubblico e sconosciuto alla maggior parte della comunità locale, è così tornato a vivere, superando la "marginalità" e offrendo alla popolazione un paesaggio di grande pregio.

Progetto selezionato per la Categoria B - opere realizzate - nell'ambito della III Edizione del Premio del Paesaggio
Area umida
Inferiore a 10.000 abitanti
Comune
Territorio e Paesaggio
01/01/97
36
€ 108.767
S.I.L./Patto Territoriale Appennino Centrale, Provincia di Arezzo, Comunità Montana Valtiberina, Comune di Anghiari
Daniela Cinti
1001_314.pdf — 1858 KB
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.