Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comunità montana / Comunità Montana Valle Camonica / Riqualificazione ecologica, paesaggistica e funzionale del fiume Oglio prelacuale

Riqualificazione ecologica, paesaggistica e funzionale del fiume Oglio prelacuale

Il progetto è incentrato sul ripristino della connettività ecologica del Fiume Oglio prelacuale mediante la riqualificazione ambientale dell’asse fluviale e delle fasce ripariali.

La ricognizione delle aree demaniali abbandonate lungo le sponde dell’Oglio ha portato all’acquisizione di oltre 160 ettari di demanio fluviale, consentendo di dare avvio a diverse iniziative.

L’obiettivo principale del progetto è costituito dal miglioramento della qualità ambientale del Fiume Oglio sviluppando ed incrementando condizioni di maggiore naturalità, affrontando secondo un approccio integrato i molteplici aspetti in gioco (ambientali, riduzione del rischio idraulico, gestione della risorsa idrica, obiettivi socio-economici, fruibilità).

Per raggiungere questo obiettivo il progetto si è proposto di affrontare i conflitti legati alle problematiche differenziate e spesso contrapposte che interessano il fiume e individuare per essi soluzioni condivise, di elaborare un Piano d’Azione condiviso e partecipato per la riqualificazione dell’Oglio sublacuale che costituisca un documento di indirizzo per la stesura di un Contratto di Fiume, di avviare azioni pilota con valore dimostrativo e sperimentale e di accrescere la disponibilità e la condivisione dei dati e delle informazioni relativi allo stato ambientale del bacino dell’Oglio sub-lacuale.

Al fine di assicurare un efficace perseguimento di questi obiettivi il progetto è stato articolato secondo due percorsi che si sviluppano in modo parallelo e strettamente sinergico tra loro: il primo è costituito da un percorso tecnico per la valutazione dello “stato ambientale” del fiume Oglio sub-lacuale e la predisposizione tecnica di idee progettuali, mentre il secondo percorso decisionale partecipato, inteso a coinvolgere in modo attivo e informato, i diversi e molteplici portatori di interesse presenti sul territorio, nell’elaborazione del Piano d’Azione.

È stato pertanto istituito un Forum le cui attività sono strutturate secondo un programma di incontri funzionale per assicurare la piena condivisione delle informazioni e facilitare la “costruzione” di soluzioni partecipate in grado di mediare in modo efficiente tra i diversi interessi in gioco.

Il Progetto ha ricevuto la Menzione tematica per gli obiettivi raggiunti di - Alto valore ecologico e di sostenibilità ambientale - al Premio Nazionale del Paesaggio Edizione 2016 - 2017

Fondazione Cariplo, Regione Lombardia, Comunità Montana e Consorzio dei Comuni BIM di Valle Camonica, GAL Valle Camonica Val di Scalve, Comunità Montana dei Laghi Bergamaschi, Comuni di Rogno (BG) e Costa Volpino (BG)
Area umida
Comunità montana
Strategie partecipate e integrate, Territorio e Paesaggio
3.440.000 euro
Finanziamenti della Fondazione Cariplo (47% del totale) su bandi emessi tra il 2012 e il 2014 e fondi messi a disposizione da Comunità Montana e Bim (38%) e dalla Regione ( 15%) per un totale di 3.440.000 euro.
Oliviero Valzelli
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.