Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Verona / Centro di Riuso Creativo del Comune di Verona

Centro di Riuso Creativo del Comune di Verona

 

Il Centro di Riuso Creativo del Comune di Verona è un servizio in cui si valorizza lo scarto come oggetto utile a vivere un’esperienza creativa ed educativa che rispetta l’ambiente. Organizzato dall'Assessorato all'Ambiente del Comune di Verona con AMIA SpA, collabora con il Centro RIA, associazione che favorisce il reinserimento lavorativo di persone in stato di svantaggio assistendo il Centro di Riuso nella preparazione dei materiali per le diverse attività.

Il Centro raccoglie scarti di produzione puliti e non pericolosi come carta e cartone, plastica, teflon, forex, cordame, legno, metallo, cuoio, tessuti, merceria e bigiotteria. I materiali vengono poi selezionati, esposti e messi a disposizione di scuole (in particolare scuole d'infanzia e primarie), associazioni ed educatori impegnati senza fini di lucro in ambito educativo (ludoteche, spazi bambini e genitori, centri diurni, scout, ARCI ragazzi, centri gioco, centri estivi, associazioni culturali, centri anziani, centri sociali ed altri servizi educativi territoriali).

Nell'ottica di sensibilizzazione della cittadinanza alla cultura del riciclo, organizza laboratori che consentono ai bambini di imparare l'arte del riuso divertendosi, agli adulti di provare il piacere di creare e agli insegnanti di imparare come da ciò che sembra scarto si possano ricavare oggetti utili.

ll Centro fornisce gratuitamente materiali alle strutture socio-educative e ricreative del territorio che operano senza fini di lucro e che sono impegnate in progetti di riduzione dei rifiuti e nel riuso. Alle associazioni che usufruiscono dei materiali viene chiesto in cambio di fare laboratori o momenti di animazione.

Le attività didattiche e di promozione vengono svolte in collaborazione con l'Ecosportello, ufficio di Educazione Ambientale del Coordinamento Ambiente del Comune di Verona, che svolge il ruolo di catalizzatore e luogo di scambio di informazione e di stimoli per il miglioramento dei comportamenti orientati all'utilizzo dei beni comuni in modo sostenibile. L’Ecosportello è aperto a scuole, educatori, associazioni e cittadini, per fornire informazioni, materiali e supporto organizzativo a iniziative di educazione ambientale.

AMIA SpA, Centro RIA
Area urbana
Da 100.000 a 1.000.000 abitanti
Comune
Strategie partecipate e integrate, Rifiuti
01/11/11
12
6.000
AMIA SpA
Loretta Castagna
https://www.comune.verona.it/nqcontent.cfm?a_id=13213&tt=verona_agid;
Volantino_Centro_di_Riuso_2015.pdf — 517 KB
No file
No file
No file
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.