Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Urbino / Variante alle N.T.A del P.R.G. ed al Regolamento Edilizio per la promozione della bioedilizia

Variante alle N.T.A del P.R.G. ed al Regolamento Edilizio per la promozione della bioedilizia

La variante è stata approvata con Comunale Delib. C.C. N. 49 del 21.04.2004. L'azione promossa in collaborazione con il FORUM DI AGENDA 21 si esplica tecnicamente su due linee di intervento:

1. Modifica delle N.T.A. del P.R.G., al fine di prevedere premi di edificabilità quali incentivo alla realizzazione di edifici che presentino particolari caratteristiche di risparmio energetico o siano dotati di impianti per lo sfruttamento di energie rinnovabili;

2. Modifiche del Regolamento Edilizio Comunale volte a rendere obbligatorio l' uso di tecnologie di base per il risparmio energetico ed il contenimento dei consumi idrici.

Le modifiche alle N.T.A. del P.R.G. agiscono sul testo dell' art. 8 là dove prevede, nell'ambito delle potenzialità edificatorie delle zone di espansione e di ristrutturazione, una riserva di SUL - Superficie Utile Lorda - a favore "di locali od ambienti accessori esterni ai singoli alloggi e di uso comune - quali: scale e ballatoi d'ingresso, porticati condominiali, ecc.; - o privato. Si è ritenuto opportuno utilizzare la stessa riserva per promuovere anche un altro tipo di qualità: si è specificato che la riserva del 20% di "SUL" potrà essere utilizzata per incrementare, oltre i primi 30 centimetri, lo spessore delle murature perimetrali, quando questo incremento è finalizzato a ridurre la dispersione termica; oppure per la realizzazione di vani necessari ad ospitare impianti di recupero delle acque meteoriche o per svolgere particolari funzioni di accumulo di energia; oppure vengano adottate soluzioni tecniche attraverso le quali risulti documentato un effettivo risparmio di energia.

Le modifiche del R.E.C. intervengono su due articoli dei titoli XV e XVI del Regolamento edilizio che hanno come oggetto "Requisiti generali degli edifici" e "Requisiti specifici degli impianti". In particolare: viene reso obbligatorio l'uso di caldaie con rendimento superiore al 90%; di serramenti con vetrocamera e di sistemi regolazione del calore per ogni singolo ambiente riscaldato. Inoltre è fatto obbligo, nel caso di interventi che prevedono l'introduzione di nuovi impianti di riscaldamento o la ristrutturazione degli impianti esistenti in edifici pubblici, ottenere almeno il 30% del fabbisogno di acqua calda sanitaria attraverso l' utilizzo dell' energia solare. La stessa norma viene proposta per le strutture ricettive. Inoltre è stata introdotta una norma tesa a ridurre il consumo di acqua potabile nei servizi igienici degli edifici attraverso dispositivi di regolazione del flusso di acqua.

Progetto tratto da "Aalborg e l'Italia" Raccolta dei progetti dei soci del Coordinamento A21L italiane in attuazione degli Aalborg Commitments Aalborg Commitment perseguito: 3 Risorse naturali comuni: Ci impegniamo ad assumerci la piena responsabilità per la protezione, la conservazione e la disponibilità per tutti delle risorse naturali comuni
Area urbana
Da 10.000 a 100.000 abitanti
Comune
Edilizia e Urbanistica
21/04/04
Tarcisio Porto
No file
No file
No file
No file
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.