Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Trani / R.A.TE.CO. Recupero Ambientale del TErritorio Comunale

R.A.TE.CO. Recupero Ambientale del TErritorio Comunale

Il progetto "R.A.TE.CO." - Recupero Ambientale del TErritorio COmunale - è una proposta che si pone l'obiettivo di attivare un processo di Agenda 21 Locale che sia diretto alla predisposizione, in modo volontario e partecipato, di un piano della sostenibilita' locale per la Città di Trani. La proposta progettuale si articola in tre azioni fondamentali.PRIMA FASE - AZIONE 1 -: e' rivolta alla realizzazione di sistemi di sensibilizzazione e di coinvolgimento degli attori locali, preliminarmente alla costituzione del Forum di Agenda 21. La fase prevede, anzitutto, l'attivazione di un Comitato tecnico-scientifico per l'impostazione ed il controllo di tutte le attività che saranno messe in atto per la individuazione degli stakeholder locali e per la raccolta di informazioni e opinioni. Le attività in questa fase saranno: elaborazione e somministrazione di questionari; realizzazione di interviste, sondaggi ed indagini presso soggetti di particolare interesse per il territorio; organizzazione di seminari e incontri pubblici, costruzione del sito web con l'attivazione di un forum telematico.SECONDA FASE - AZIONE 2 -: e' rivolta all'attivazione di un forum civico finalizzato alla elaborazione di strategie, il più possibile condivise dagli stakeholder locali, per il perseguimento dello sviluppo sostenibile nella Città di Trani. Al fine di rendere il più efficace possibile il funzionamento del Forum si prevede di redigere un regolamento del forum al fine di disciplinarne il funzionamento, di predisporre, attraverso i tecnici dell'Amministrazione, documenti tecnici in ordine alle materie discusse nel forum, di utilizzare, quale supporto organizzativo al funzionamento del forum civico, dei facilitatori come assistenza tecnica ai lavori, di far approvare dal forum un set di indicatori da scegliersi tra quelli già validati a livello internazionale magari integrati da indicatori scelti su base locale. TERZA FASE - AZIONE 3 -: e' rivolta alla redazione di un Rapporto sullo Stato dell'Ambiente che evidenzi il quadro diagnostico delle componenti fisiche sociali ed economiche del territorio. Per la redazione del rapporto stato ambiente saranno adottati indicatori settoriali di pressione ambientale internazionalmente riconosciuti - CSD - EEA - ICE - e sarà applicato un sistema di contabilità ambientale sul modello EPEA rimodulato alla tipicità locale.
Bando Agenda 21 locale 2002 del Ministero dell'Ambiente
Istituto Tecnico Commerciale "A. Moro"; associazione ambientalista KRONOS; associazione culturale "Teatro Trani"
Area urbana
Da 10.000 a 100.000 abitanti
0
Strategie partecipate e integrate
12/11/04
18
€ 200.000
Ministero dell'Ambiente
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente Bando A21L 2002 euro 128.758,97
Giuseppe Affatato
None
No file
No file
No file
No file
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.