Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Solofra / A21L SOLOFRA - Informare e motivare la comunità

A21L SOLOFRA - Informare e motivare la comunità

L'azione del progetto, oggetto del cofinanziamento, è quella relativa alle attività di informazione, contraddistinta dalla lettera "a" dei campi d'azione, al paragrafo 1.2 delle Linee Guida: "Azioni a sostegno dell'informazione e partecipazione del pubblico". L'obiettivo è consentire all'ente promotore ed ai suoi partners di avviare processi di attuazione di Agenda 21 locale e sviluppo sostenibile, con la partecipazione della collettività, tesi alla riqualificazione ambientale e urbana. Il progetto si colloca nel processo iniziale di Agenda 21 Locale, per creare i presupposti per la sua realizzazione, in un contesto ambientale fortemente condizionato dalla presenza di uno dei poli industriali conciari più grossi del nostro Paese. Gli ambiti progettuali sono articolati in più azioni, da svolgere in 18 mesi. Questa periodizzazione sarà ricalcolata dopo che il Ministero avrà comunicato l'effettiva data di inizio. Il primo ambito - A - consiste nella diffusione della conoscenza dei principi di Agenda 21 locale ed è suddiviso in 4 azioni: -A1: Realizzazione di un CD-Rom multimediale finalizzato alla divulgazione dei contenuti di A21L e delle azioni del progetto di cofinanziamento; -A2: Realizzazione del portale telematico contenente il materiale prodotto da ognuna delle azioni, per informare, monitorare ed interagire con i cittadini nella futura fase operativa di A21L; -A3: Stage formativo e informativo sui significati e sui metodi operativi di A21L, sui temi ambientali e sviluppo sostenibile; -A4: Stage formativo sui temi di sviluppo sostenibile, pianificazione ambientale, architettura bioecologica. Il secondo ambito - B - è porre i presupposti per lo sviluppo di processi di partecipazione, e prevede 3 azioni: -B1: Indagine sulla percezione ambientale, sull'A21L, sulla disponibilità o resistenza alla partecipazione circa le scelte; -B2: Coinvolgimento delle scuole del Comune per realizzare momenti di analisi conoscitiva del territorio comunale, con la realizzazione di azioni tese a individuare bisogni sia nel riqualificare l'ambiente naturale che quello urbano; -B3: Formazione dei facilitatori dei gruppi di lavoro tematici. Il terzo ambito - C - intende sensibilizzare un vasto pubblico sulle strategie ambientali che l'Ente sta mettendo in campo, attraverso due azioni: -C1: Campagna di informazione circa le strategie individuate dall'ente in campo ambientale con la realizzazione di un opuscolo informativo e la relativa pubblicazione on line tramite il portale; -C2: Misurazione dei risultati conseguiti nello svolgimento dell'intero progetto.
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente Bando A21L - 2000 - Il territorio, sede di un polo conciario, è interessato da diverse problematiche ambientali che generano pesanti conflitti socio-ambientali di complessa soluzione. Pertanto, il programma A21L unitamente al progetto che ne individua la fase operativa iniziale, attraverso la creazione di presupposti di coinvolgimento della comunità solofrana sui temi dell'ambiente, sono opportunità strategiche per il conseguimento dell'obiettivo generale di uno sviluppo sostenibile. Cofinanziamento Ministero dell'Ambiente Bando A21 - 2000 -
Scuole,soggetti privati
Area urbana
Da 10.000 a 100.000 abitanti
Comune
Strategie partecipate e integrate
07/01/02
18
€ 111.556
Ministero dell'Ambiente
Finanziamento del Ministero dell'Ambiente del 70% pari a 77985 euro
Ennio Tarantino
No file
No file
No file
No file
archiviato sotto:
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.