Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Sesto San Giovanni / Grande Distribuzione Organizzata per lo sviluppo sostenibile della Città - Agenda 21 del Comune di Sesto San Giovanni

Grande Distribuzione Organizzata per lo sviluppo sostenibile della Città - Agenda 21 del Comune di Sesto San Giovanni

Il progetto intende promuovere la concreta attuazione degli indirizzi strategici definiti nei documenti di Piano emersi dal processo di Agenda 21, facendo convergere, su un unico "oggetto di intervento", diversi obiettivi e linee di azione, sviluppandole in modo tra loro integrato. L'oggetto e il partner principale dell'intervento è la grande distribuzione commerciale, settore in forte crescita nell'area del Nord Milano, con un ruolo significativo sia in termini di "consumo" di territorio e risorse ambientali, sia in quanto attrattori/generatori di traffico motorizzato. Gli spazi di miglioramento ambientale e di innovazione sono quindi molto ampi, incluse le potenzialità di intervento ambientale sul fronte dei prodotti e dei sistemi di gestione, con effetti positivi rilevanti in termini di orientamento dei consumatori e dimostrazione di buone pratiche. I due operatori coinvolti, partner dell'iniziativa, offrono i casi concreti - 2 insediamenti in Sesto San G. - rispetto ai quali sviluppare il progetto.Il Risultato atteso consiste nel realizzare e rendere disponibile agli operatori coinvolti l'audit ambientale, gli elementi di valutazione emersi dalla verifica di fattibilità e le specifiche proposte progettuali di massima - Azione II e III -, con l'obiettivo di stimolarli a farsi carico della fase di progettazione di dettaglio e della loro attuazione concreta. Inoltre l'attività permetterà di mettere a punto Linee Guida e misure di disseminazione e sostegno - Azione IV - utili a stimolare tutti gli altri operatori del settore che lo volessero utilizzare come modello di riferimento.Le potenzialità di innovazione rispetto alle quali si svilupperanno le suddette fasi riguarderanno le seguenti Linee di intervento: 1.Ottimizzazione funzionale, in senso sostenibile, dell'utilizzo delle aree in progetto 2. Perseguimento delle garanzia di pari opportunità di genere nelle possibilità di fruizione del luogo e miglioramento della qualità ambientale degli spazi ad uso "pubblico" 3. Miglioramento dell'efficienza energetica dell'edificio/i e dei suoi impianti 4. Produzione di energia da fonti rinnovabili e da cogenerazione 5. Razionalizzazione - in senso ambientale - nei sistemi di trasporto merci, 6. Promozione di mezzi/modi di spostamento ambientalmente più efficienti - utenti e lavoratori - 7. Riduzione dei rifiuti, promozione della raccolta differenziata e del recupero 8. Promozione - politiche di acquisto e di comunicazione - di prodotti certificati come "sostenibili" 9. Adozione di sistemi di gestione ambientale integrata e di certificazioni connesse 10. Adozione di strategie di comunicazione Azioni I. Costituzione del comitato di indirizzo e promozione del progetto II. Progettazione e sviluppo dell'audit con riferimento alle 10 Linee di intervento III. Realizzazione dell'analisi di fattibilità e Progettazione di massima degli interventi di miglioramento ambientale IV. Attività di disseminazione e di sostegno all'attuazione del progetto.
Bando Agenda 21 locale 2002 del Ministero dell'Ambiente
Grande Distribuzione Commerciale
Area urbana
Da 100.000 a 1.000.000 abitanti
Comune
Strategie partecipate e integrate
12/11/04
18
€ 210.000
Ministero dell'Ambiente
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente Bando A21L 2002 euro 147.000
Stefano Rijoff
No file
No file
No file
No file
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.