Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Roma / Contratto di quartiere di Centocelle Vecchia e II Concorso Nazionale di Progettazione Partecipata e comunicativa INU-WWF-CER

Contratto di quartiere di Centocelle Vecchia e II Concorso Nazionale di Progettazione Partecipata e comunicativa INU-WWF-CER

Il quartiere di Centocelle Vecchia è interessato da un vasto fenomeno di degrado urbanistico. Si tratta di un nucleo spontaneo sorto a partire dagli anni venti ed in seguito circondato dallo sviluppo del limitrofo quartiere di Centocelle cresciuto nelle maglie regolari della lottizzazione degli anni trenta. Nel dopoguerra si è sviluppato un notevole livello di sviluppo edilizio prevalentemente abusivo che ha contribuito al degrado ed all'isolamento di questo nucleo che si è accentuato con la realizzazione del limitrofo quartiere IACP Casilino 23. 1. L'intervento è incentrato sulla riqualificazione degli edifici comunali in Via Fontechiari attualmente in stato di degrado.In particolare prevede: a - la ristrutturazione dei locali seminterrati della corte al fine di realizzare servizi destinati sia ai residenti negli edifici pubblici che a quelli del quartiere limitrofo; b - la costruzione di una nuova ala residenziale con l'impiego di dispositivi per il riscaldamento passivo delle facciate ed il risparmio delle risorse acqua ed energia elettrica attraverso specifiche progettazioni degli impianti; c - ristrutturazione dell'area pubblica verde prospiciente all'insediamento con modalità sostenibili nell'impiego dei materiali per l'arredo e nell'impianto di innaffiamento ed illuminazione. 2. II Concorso Nazionale di Progettazione Partecipata e comunicativa INU-WWF-CER - implementazione -. Questa iniziativa è stata introdotta ed affiancata alla prima allo scopo di implementarne le potenzialità in quanto essa comprende solamente la parte pubblica di questo quartiere che presenta notevoli livelli di degrado anche in quella privata.Per questo motivo l'USPEL ha deciso di rispondere all'invito dell'INU proponendo questo quartiere come caso di studio per la città di Roma.In particolare si tratta di presentare ,da parte di progettisti privati, proposte di percorsi partecipativi per la riqualificazione del quartiere attraverso modalità sostenibili e tenendo conto del materiale raccolto dal laboratorio di quartiere durante il periodo giugno 2000-gennaio 2001.
1. Nonostante le notevoli difficoltà incontrate sono stati conseguiti ottimi risultati di partecipazione sia presso la comunità locale che negli istituti scolastici del quartiere.In particolare sono state previste specifiche progettuali importanti che sono state riportate in opportune varianti al progetto preliminare impostato solamente su analisi morfologiche e funzionali senza tener conto delle variabili locali. 2. Oltre a quanto detto sopra la partecipazione di progettisti di varia estrazione culturale e professionale ha notevolmente allargato la conoscenza delle metodiche della progettazione partecipata ad una utenza professionale finora poco esperta e poco presente nelle proposte. 3. E' stata redatta una guida per facilitare la partecipazione degli abitanti e dei tecnici al bando.
Area periferica
Oltre 1.000.000 abitanti
Comune
Edilizia e Urbanistica, Strategie partecipate e integrate
01/01/99
36
€ 5.500.000
1.Finanziamento regionale del 1999 2.Finanziamento comunale all'atto dell'iscrizione al concorso
Mario Spada
No file
No file
No file
No file
Navigazione
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.