Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Reggio Emilia / PagaRE - Reggio Acquista Verde

PagaRE - Reggio Acquista Verde

Il Comune di Reggio Emilia ha avviato, dall'ottobre del 2004, il progetto "Reggio Acquista Verde" - cofinanziato dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio - a cui ha partecipato anche il Comune di Cavriago - RE - in qualità di partner; il progetto si è concluso nel giugno 2006, ma data la sua rilevanza l'Amministrazione vi ha dato seguito anche negli anni 2007 e 2008.  Lo scopo del progetto è stato quello di introdurre nelle politiche d'acquisto di beni e servizi dei due enti pubblici, criteri volti alla riduzione degli impatti ambientali contribuendo così, nel contempo, ad incrementare a livello locale l'utilizzo di prodotti più eco compatibili e la loro promozione sul mercato.  Il progetto "Reggio Acquista Verde" si è basato sulla scelta di avviare il più possibile percorsi, sia interni che esterni all'ente, di dialogo e confronto con i vari portatori di interessi, al fine di dare maggiore concretezza agli obiettivi iniziali e realizzare, nel breve-medio periodo, acquisti "verdi" "sperimentali" in grado di trainare, nel medio-lungo periodo, esperienze più ampie ed incisive.  Al termine dalla sperimentazione, il Comune di Reggio Emilia ha realizzato le proprie "Linee Guida Locali di GPP", sintesi dell'esperienza capitalizzata nell'arco dello svolgimento del progetto, con le quali si è voluto offrire un contributo concreto a coloro che vogliono impostare e realizzare il sistema di acquisti pubblici verdi nel proprio Ente, partendo dall'esperienza realizzata. Infatti, le "Linee Guida locali di GPP" contengono i principali risultati del progetto ma anche, e soprattutto, indicazioni operative e procedurali, nate dalle esperienze dei bandi realizzati. Il progetto "Reggio Acquista Verde" non si è concluso nel giugno 2006, ma il progetto è proseguito anche nel corso degli anni 2007- 2008, introducendo criteri verdi in altri bandi o richieste di preventivi.  Inoltre, l'Ente prosegue con continuità anche l'attività di sensibilizzazione interna: nel 2008 è stato realizzato e distribuito a tutti i dipendenti dell'Ente un kit da scrivania composto da un tappetino per il mouse, un calendario da tavolo ed una locandina: la locandina riporta una serie di buone pratiche e di comportamenti eco sostenibili da adottare in ufficio, ad esempio "guarda l'anteprima di stampa per evitare di stampare documenti inutili", il calendario da tavolo riprende gli stessi suggerimenti riproponendoli mese per mese, infine il tappetino per il mouse è stato ottenuto riciclando bicchieri in plastica, quale simbolo delle politiche di acquisto dell'Ente e di uno stile che può accompagnare ogni piccolo gesto quotidiano.

Sul sito sono disponibili e scaricabili tutti i documenti e le pubblicazioni inerenti il progetto.
Comune di Cavriago
Area urbana
Da 100.000 a 1.000.000 abitanti
Comune
Strategie partecipate e integrate
01/10/04
Fondi propri
Susanna Ferrari
www.futurosostenibile.comune.re.it
845_261.pdf — 8280 KB
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.