Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Potenza / Sistema urbano di connessione meccanizzata con il centro storico

Sistema urbano di connessione meccanizzata con il centro storico

L'Amministrazione Comunale di Potenza, sensibile alle esigenze di miglioramento delle condizioni ambientali e di mobilità del proprio centro urbano, è da lungo tempo, ormai, fattivamente impegnata nella realizzazione di una serie di interventi strutturali, volti a garantire un collegamento rapido, scorrevole e compatibile con la tutela dell'ambiente, tra il centro antico della città, posto nella parte più elevata dell'insediamento abitativo e i diversi rioni che nel corso del tempo si sono sviluppati a valle del nucleo originario. E' stata data priorità all'area centrale per il ruolo caratteristico che essa riveste nei confronti della città e dell'hinterland urbano, esercitando una notevole attrazione grazie alla presenza di edifici pubblici, di diverse attività terziarie e commerciali e alla notevole consistenza di un patrimonio di edilizia storica pubblica e privata. Tali problematiche, in uno con la materiale impossibilità di reperire aree di sosta nelle vicinanze del Centro antico, hanno condotto a ricorrere a sistemi alternativi di trasporto pubblico, per consentire ai cittadini di accedere ai servizi erogati dalle infrastrutture e dalle attività economiche e sociali presenti nel centro. In questa cornice, ha assunto particolare rilevanza la realizzazione di un sistema di connessioni verticali meccanizzate, destinate a collegare, mediante una serie integrata di scale mobili ed ascensori, zone della città caratterizzate da elevata densità abitativa con il centro storico.Nell'ambito della riqualificazione del centro storico, intesa come riordino urbanistico ed edilizio dell'area ed adeguamento dei relativi standards, la realizzazione del sistema meccanizzato di collegamento con i quartieri cittadini a valle, in particolare, oltre a produrre rilevanti effetti positivi sulla qualità ambientale, ha l'obiettivo di decongestionare il traffico nel centro, di ottimizzare il sistema di trasporto pubblico urbano e migliorare complessivamente la qualità dei servizi nel centro antico. Si tratta, dunque, di una strategia particolarmente innovativa che promuove un sistema di mobilità sostenibile, alternativo all'automobile ed agli altri mezzi tradizionali ed è finalizzato, non solo a ridurre l'impatto ambientale del traffico urbano, ma anche a migliorare la vivibilità e la fruibilità del centro storico .
Un intervento progettuale quale quello del sistema urbano di connessione meccanizzata con il centro storico ha rappresentato sicuramente una notevole spinta ad una presa di coscienza sia da parte dei promotori che dei cittadini destinatari del servizio offerto, nei confronti delle problematiche connesse all'inquinamento atmosferico ed acustico, della sicurezza e del risparmio e razionalizzazione degli usi energetici. Esso rappresenta, inoltre, uno strumento di sensibilizzazione ed informazione dei cittadini sulle tematiche della mobilità sostenibile, nonché l'esempio di una concreta politica perseguita dall'Amministrazione Comunale di realizzare interventi infrastrutturali finalizzati alla riduzione dell'impatto ambientale del traffico urbano ed alla promozione di sistemi di mobilità sostenibile. Relativamente ai fattori di successo dell'iniziativa, sicuramente essi possono essere ascrivibili alla forte innovativita' dell'intervento, inserito in un progetto complessivo di riqualificazione di un ambito urbano e nel progetto generale della mobilità della città di Potenza. L'intero piano della mobilità, infatti, con l'obiettivo prioritario della chiusura del centro storico al traffico veicolare, è stato studiato con la previsione delle infrastrutture atte ad integrare i vari sistemi di trasporto tradizionali, al fine di avvicinare i rioni al nucleo urbano. Lo strumento del Programma di Riqualificazione, inoltre, ha consentito di intervenire sul territorio urbano legando la programmazione degli interventi alla pianificazione urbanistica effettuata attraverso il piano particolareggiato adottato in concomitanza allo stesso, individuando contestualmente sia i soggetti attuatori - pubblici e privati - che le risorse finanziarie occorrenti per attuarli in tempi predeterminati e concordati. La fattibilità dell'intervento, in definitiva, è garantita non solo dalla certezza del finanziamento, sia pubblico che privato, ma anche dalla semplificazione delle procedure di attuazione. L'accordo di Programma tra le amministrazioni coinvolte ha consentito, infatti, di apportare variante automatica allo strumento urbanistico vigente, ove occorrente, superando i tempi lunghi di adeguamento normalmente richiesti dagli strumenti tradizionali, in modo più aderente alle peculiari esigenze della zona considerata.
Area urbana
Da 10.000 a 100.000 abitanti
Comune
Mobilità, Edilizia e Urbanistica, Territorio e Paesaggio
01/01/94
60
€ 29.500.000
Luisa Scavone
121_81.doc — 63 KB
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.