Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Posada / Monte Orvile: una buona pratica di tutela dell’integrità paesaggistica e di restituzione alla collettività

Monte Orvile: una buona pratica di tutela dell’integrità paesaggistica e di restituzione alla collettività

La riappropriazione pubblica dell’area di Monte Orvile ha permesso al Comune di Posada di realizzare un’area ad alta sostenibilità turistica con il recupero della pineta che garantisce la protezione delle dune dal vento, un parcheggio di scambio per minibus elettrici e una stazione di cicloposteggio e bike sharing comunale. Il risanamento della zona umida ha consentito la creazione di accessi alla spiaggia tramite ponticelli e passerelle capaci di limitare l’interazione tra i bagnanti e le dune.

L’intervento consiste nell’acquisizione al demanio comunale dell’area di Monte Orvile al fine di governare il processo di riqualificazione e tutela del caposaldo orografico che costituisce l’estremità nord dell’arco costiero posadino e del sistema estuariale del rio Posada.

Diverse sono le azioni previste:

• Progetto di recupero della zona umida di Posada e ripristino del sistema dunale del litorale,

• Impegno a rafforzare il valore identitario del Rio Posada e la sua fruizione

 • Candidatura ad area MaB UNESCO del “Parco di Tepilora,

• Istituzione nel 2016 dell’area Ramsar come area umida di valore internazionale.

• Gestione Integrata delle Reti Ecologiche attraverso Parchi e Aree Marine istituite nel 2016.

Il Progetto ha ricevuto la Menzione tematica per gli obiettivi raggiunti di - Pianificazione e gestione delle trasformazioni del territorio - al Premio Nazionale del Paesaggio Edizione 2016 – 2017

MiBACT Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Autonoma della Sardegna, LAGARE spa
Area marina e costiera
Inferiore a 10.000 abitanti
Comune
Territorio e Paesaggio, Turismo
Fondi propri
sindaco.comuneposada@tiscali.it
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.