Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Pistoia / Cromosomi Vegetali - Pistoia -

Cromosomi Vegetali - Pistoia -

In conformità alla Convenzione Europea del Paesaggio, il progetto fa propria la definizione stessa di paesaggio in quanto territorio, in ragione della percezione che di esso e delle sue diverse specificità, hanno le popolazioni che vi abitano, in relazione non solo dell'azione di fattori naturali ovvero umani, ma anche delle loro reciproche interrelazioni.  Vita e sostenibilità del territorio, nell'ottimizzazione delle risorse naturali, rappresentano la direzione prima verso cui muove il progetto, in termini di sostenibilità ambientale, sociale economica e culturale, attraverso la permanenza del 90% di superficie a verde. Nel rispetto di un modello policentrico di tutela e valorizzazione degli spazi aperti a vocazione vivaistica, rappresentativi di un know- how locale, la proposta allo stesso tempo si configura come luogo di vita inserito nel diffuso parco urbano, connessione verde con la città storica, luogo di dinamiche polifunzionali che definiscono il loro margine di competenza in una relazione continua con le altre e con l'intorno - residenze sociali, centro per l'istruzione, centro sportivo, centro civico, centro commerciale, parco urbano, centro espositivo per il vivaismo con i relativi centesimi di città a servizio, corridoio verde-Brana, nuova fermata metropolitana, nuova viabilità -.  Architetture nel e del paesaggio, architetture semi-agricole e agricolture semi-architettoniche, come cromosomi vegetali, volumi dallo sviluppo orizzontale, memoria di serre e vivai, che trovano collocazione e dialogo continuo fra nuove e vecchie architetture, fra antichi orti urbani e nuovi "orti" periurbani. Lungo le fasce distributive nord-sud, si dispongono 42 cromosomi vegetali, costituiti da filari di alberi, piattaforme attrezzate di verde, frammenti di piccoli boschi, ghiaia e sabbia, vasche  d'acqua, masse compatte di orti e vivai, piani terra residenziali e non, attraversabili e connettivi. Di contrappunto i vuoti non verdi, spazi di relazione, piazze e percorsi all'interno dell'area, costituiscono le connessioni tra le fasce ed il sistema città.  Le nuove funzioni sono volte alla valorizzazione dell'intero territorio, con interventi progettuali che consistono nel localizzare le funzioni a carattere pubblico, ridisegnare una maglia stradale ordinata, creando una fermata della metropolitana extraurbana a servizio di questo margine urbano, inserire le funzioni a servizio del quartiere e della città, configurare lo spazio di vita come risultante di un dialogo continuo con il sistema economico locale, il vivaismo, manifesto della città di Pistoia.  Questa alternanza di pieni e di vuoti assume un ruolo chiave per:  - una ricucitura di questo frammento di area di frangia in un disegno urbano strutturato contribuendo a reintrodurre criteri di identità del luogo e modalità di ri-connessione alla città;  - una rivalutazione qualitativa di corridoi ecologici, spazi naturali rilevanti attraverso la messa a rete di un sistema di percorsi e di sosta che garantiscano l'accessibilità e la ri-appropriazione del luogo;  - una rivalutazione in termini economici oltre che socio-ambientali del parco urbano come luogo del verde costruito, sistema strutturato dalle relazioni sociali, ma al tempo stesso potente agente di strutturazione socio-conomica, elemento cardine di connessione e promotore del sistema anello del vivaismo.  Il paesaggio, in quanto risorsa non rinnovabile, viene assunto come luogo da conservare per poter procrastinare e implementare il suo godimento. La possibilità di rivedere il parco in termini di parco sperimentale del vivaismo, diviene la strategia gestionale mirata al mantenimento ed alla sopravvivenza dinamica di luoghi vitali allo spazio urbano, linfa di un sistema economico in pieno sviluppo, avvalorato dalla posizione stessa ai margini delle arterie d'ingresso alla città.

Progetto selezionato per la Categoria E - progetti e concorsi di idee - nell'ambito della III Edizione del Premio del Paesaggio. Il progetto Cromosomi Vegetali è vincitore del concorso internazionale Europan 9, "Urbanità europea, città sostenibile e innovazione degli spazi pubblici" relativamente al tema delle Trasformazioni Locali.
Area periferica
Da 10.000 a 100.000 abitanti
Comune
Territorio e Paesaggio
€ 32.000.000
Fondi propri
Lapo Ruffi
www.ec2.it/laporuffiarchitetto
986_294.pdf — 3642 KB
986_295.pdf — 38 KB
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.