Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Pescara / A21L PE - ATTIVAZIONE A21L E RAPPORTO SULLO STATO DELL'AMBIENTE

A21L PE - ATTIVAZIONE A21L E RAPPORTO SULLO STATO DELL'AMBIENTE

Il progetto A21L-Pe avrà la durata temporale di diciotto mesi in cui sarà attivato il processo di Agenda 21 Locale e sarà redatto il Rapporto sullo Stato dell'Ambiente. Il processo si articolerà nel seguente modo: 1 Formazione dei dirigenti e funzionari del Comune tramite l'organizzazione di seminari. 2 Coinvolgimento della comunità locale. Saranno attivate iniziative di sensibilizzazione e promozione verso la cittadinanza. 3 Coinvolgimento dei soggetti sociali ed economici. Individuazione e il coinvolgimento degli attori che rappresentano la comunità locale nella sua totalità, per definire i principi generali di una visione condivisa di sviluppo sostenibile. Organizzazione Giornate di lavoro. 4 Istituzione del Comitato Tecnico. Sarà istituito un Comitato Tecnico in cui saranno presenti i responsabili dei vari settori dell'Amministrazione comunale nominati dai Dipartimenti, nonché dei principali Enti e Servizi competenti con il compito di organizzare e coordinare il Forum permanente e di redigere un regolamento interno. 5 La raccolta di dati ambientali e di sostenibilità. Il Comitato Tecnico avrà il compito di fotografare lo stato dell'arte. Sulla base delle matrici ambientali di interesse individuate procederà alla ricognizione delle normative, procedimenti, rilevazioni, dati, statistiche, studi e quant'altro inerente alle condizioni attuali e alle problematiche in essere. 6 Attivazione del Forum. Saranno chiamati a farne parte gli enti e le aziende pubbliche e private, le università e gli enti di ricerca, le associazioni ecologiste e ambientaliste, il volontariato, l'associazionismo e le istituzioni religiose, le associazioni di categoria, le associazioni dei consumatori, i sindacati, gli ordini professionali. 7 Istituzione dei gruppi di lavoro. Le attività del Forum si svolgeranno attraverso i gruppi di lavoro tematici. I gruppi di lavoro sono indispensabili al completamento del Forum civico e sono luogo di approfondimento tecnico e si articolano nelle tematiche identificate dal Comitato Tecnico. 8 Individuazione degli indicatori. Saranno valutati gli indicatori più adatti alla situazione locale, per meglio rappresentare la propria specificità ambientale e sociale e problemi ritenuti oggettivamente e soggettivamente prioritari. 9 Redazione del Rapporto sullo Stato dell'Ambiente. La redazione del Rapporto sullo Stato dell'Ambiente, di cui al presente progetto, rappresenta la fase di audit esterno che, insieme all'audit interno, costituisce il Quadro Diagnostico relativo al Comune di Pescara. Consiste di fatto nell'elaborazione dei dati ambientali esistenti, sulla base degli indicatori definiti nell'ambito dei vari forum, ed avrà il compito di indicare con precisione le criticità ed i temi da affrontare.
Bando Agenda 21 locale 2002 del Ministero dell'Ambiente
None
Area urbana
Da 100.000 a 1.000.000 abitanti
0
Strategie partecipate e integrate
12/11/04
18
€ 226.116
0
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente Bando A21L 2002 euro 149.758,97
Pierluigi Carugno
None
No file
No file
No file
No file
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.