Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Perugia / Pianificazione degli impianti radioelettrici, di telefonia mobile e di radiodiffusione

Pianificazione degli impianti radioelettrici, di telefonia mobile e di radiodiffusione

Con deliberazione n. 103 del 28.04.2004, il Consiglio Comunale di Perugia ha approvato il Piano di settore, redatto ai sensi dell'articolo 144 del Testo Unico delle Norme di Attuazione del Piano Regolatore Generale, per la pianificazione degli impianti radioelettrici, di telefonia mobile e di radio diffusione.\r Tale Piano ha finalità di tutela ambientale, tutela paesaggistica e di sviluppo delle reti ed è realizzato ai sensi dell'art. 8, comma 6 della Legge 36/2001 - Legge quadro sulla protezione dalle esposizioni ai campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici -, per il quale i Comuni possono adottare un regolamento, per assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti e minimizzare l'esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici e della Legge Regionale n. 9/2002.\r Il Piano comprende una relazione descrittiva che definisce le sue finalità, analizza le normative di settore esistenti, specifica le modalità con le quali è stato redatto, individua i livelli di tutela; comprende inoltre le normative di attuazione e la cartografia di analisi.\r In particolare, d'intesa con la Provincia di Perugia ai sensi dell'articolo 4, comma 3, della Legge Regionale n. 9/2002, sono state identificate le "aree sensibili" ai fini della tutela ambientale e del paesaggio e minimizzare l'esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici, avendo comunque attenzione a garantire la completezza delle reti di infrastrutture per telecomunicazioni.\r Tali aree coincidono con:\t\r ·\taree ad alta densità abitativa, prevalentemente residenziali, comprendenti gli interi comparti definiti dal PRG e le aree di circolazione prospicienti, aventi, per le zone omogenee B, indice di densità edilizia fondiaria > 15.000 mc/ha e, per le zone omogenee C, indice di densità territoriale > 15.000 mc/ha;\r ·\tstrutture di tipo assistenziale - ospizi e case di riposo, centri di assistenza per soggetti disabili o svantaggiati in genere, residenze per anziani, collegi ed analoghe strutture organizzate anche per l'infanzia, pubbliche e private -;\r ·\tstrutture di tipo sanitario - ospedali, case di cura e cliniche private, ambulatori pubblici e day hospital, residenze sanitarie protette -;\r ·\tstrutture di tipo educativo - nidi d'infanzia, scuole materne e dell'obbligo, scuole medie superiori, università, centri di formazione esercenti attività assimilabili a quelle delle scuole -. \r In tali aree devono essere rispettati gli obiettivi di qualità di cui all'art. 3, c. 1, lett. d - punto 2 della Legge 36/2001. Inoltre al loro interno non possono essere localizzati nuovi impianti, mentre per gli impianti esistenti, l'Amministrazione Comunale, al fine di garantire la tutela ambientale, attiva procedure di delocalizzazione, comunque tenendo conto delle esigenze connesse alla funzionalità delle reti di radiocomunicazione.
L'adozione e l'applicazione del Piano, intendono assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti, minimizzando i rischi d'esposizione per la popolazione, ai campi elettromagnetici. L'Amministrazione ha anche attivato, sempre in attuazione del Piano, varie azioni finalizzate alla diffusione di una corretta informazione alla popolazione, relativa alle molteplici problematiche collegate all'elettromagnetismo.
Provincia di Perugia, Regione Umbria
Area urbana
Da 100.000 a 1.000.000 abitanti
0
Edilizia e Urbanistica, Territorio e Paesaggio
0
€ 0
0
Fondi propri
None
Vincenzo Piro
http://www.comune.perugia.it
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.