Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Padova / MONITORAGGIO - Rottama l'usato

MONITORAGGIO - Rottama l'usato

Risultati del progetto


Risultati in campo ambientale

Riduzione delle emissioni di gas climalteranti (108 t di anidride carbonica non immessa in atmosfera).

Obiettivi raggiunti
  • Riduzione del consumo di risorse naturali e promozione dell’uso di risorse rinnovabili
  • Riduzione dei fattori di pressione sull'atmosfera


Risultati in campo economico

164 MWh risparmiati   
269 elettrodomestici venduti

Obiettivi raggiunti
  • Sviluppo di un mercato di beni e servizi sostenibili

Risultati in campo sociale

Ulteriore azione dell’Ente per promuovere una cultura sostenibile in campo energetico e ambientale

Obiettivi raggiunti
  • Miglioramento delle prassi di partecipazione sociale


Modalità di realizzazione


Creazione di partnership e collaborazioni

Per un buon esito della campagna si sono formati rapporti di collaborazione con associazioni dei consumatori, associazioni dei negozianti, con i fabbricanti di elettrodomestici e con APS ( ex municipalizzata)

Obiettivi raggiunti
  • Creazione di collaborazioni tra soggetti pubblici e soggetti privati

Promozione dell'informazione alla comunità locale e della partecipazione dei destinatari

90.000 depliant spediti alle famiglie   

200 manifesti affissi per 20 gg ogni mese per 4 mesi

Attività realizzate
  • Diffusione di informative alla comunità locale mediante affissione di manifesti, distribuzione di brochure o organizzazione di convegni

Formazione delle unità operative

Durante tutta la campagna, si è utilizzato un software ELDA per il calcolo dei consumi di energia e per la scelta dell’elettrodomestico

Attività realizzate
  • Formazione del personale coinvolto mediante corsi

Integrazione con altre attività e sviluppi futuri

Applicazione di progetti e azioni che vanno a influenzare le future politiche ambientali, sviluppando e pianificando l’utilizzo di energia con i relativi vantaggi economici e ambientali.

Attività realizzate
  • Avvio di nuovi progetti d'implementazione


Criticità


Criticità affrontate

Nel definire il piano in tutte le sue azioni, si è riscontrata una  scarsa sensibilità da parte dei soggetti privati, nel credere realmente che azioni come queste possono portare vantaggi in tempi brevi. Ne segue una difficoltà a diffondere in modo capillare l'iniziativa.

Tipologia criticità
  • Incentivi legati agli obiettivi del progetto
  • Risorse economico-finanziarie
  • Circolazione di dati ed informazioni


Trasferimento dell'esperienza


Elementi innovativi e attività per il trasferimento dell'esperienza

I risultati della campagna sono stati diffusi tramite conferenze, workshop, e pubblicati nel periodico di informazione tecnica per gli energy manager “Gestione Energia”.

Strumenti per il trasferimento dell'esperienza
  • Produzione di documenti e rapporti sull'attività svolta
  • Breve collaborazione con altri soggetti che intendano implementare esperienze simili
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.