Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Padova / MONITORAGGIO - Piano di efficienza energetica comunale del Comune di Padova

MONITORAGGIO - Piano di efficienza energetica comunale del Comune di Padova

Risultati del progetto


Risultati in campo ambientale

Analisi dei consumi energetici delle strutture comunali e proposte di interventi che possono essere replicati anche per il privato.

Obiettivi raggiunti
  • Riduzione del consumo di risorse naturali e promozione dell’uso di risorse rinnovabili
  • Riduzione dei fattori di pressione sull'atmosfera


Risultati in campo economico

Riduzione del contratto di fornitura ENEL.

Attuazione di interventi di ammodernamento degli impianti termici degli edifici scolastici mediante contratto ESCO.

Valutazione dei finanziamenti per ridurre i consumi di illuminazione pubblica

Obiettivi raggiunti
  • Sviluppo di un mercato di beni e servizi sostenibili
  • Investimento in tecnologie innovative ecocompatibili
  • Miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia delle spese ambientali

Risultati in campo sociale

Informazione alla cittadinanza di tecnologie che permettono di ridurre sensibilmente le emissioni di inquinanti ed ottenere un risparmio economico

Obiettivi raggiunti
  • Produzione e distribuzione di beni di consumo in base a criteri di equità e solidarietà


Modalità di realizzazione


Creazione di partnership e collaborazioni

Sono stati coinvolti vari settori comunali (Patrimonio, Edilizia Comunale, Manutenzione, Provveditorato, Risorse finanziarie, Mobilità e Traffico) e l’ex Azienda Municipalizzata per il Trasporto Pubblico.

Obiettivi raggiunti
  • Collaborazioni tra soggetti pubblici che esercitano competenze concorrenti o coordinate o di diversi livelli territoriali
  • Creazione di collaborazioni tra soggetti pubblici e soggetti privati

Promozione dell'informazione alla comunità locale e della partecipazione dei destinatari

Le varie attività previste dal Piano sono state diffuse mediante comunicazioni sulla stampa locale specializzata. Inoltre è stato illustrato nell'ambito degli incontri di approfondimento del Forum civico di Agenda 21 e rientra tra le iniziative previste nel progetto europeo BELIEF.

Attività realizzate
  • Diffusione di informative alla comunità locale mediante affissione di manifesti, distribuzione di brochure o organizzazione di convegni
  • Divulgazione delle attività attraverso siti internet
  • Comunicazioni presso scuole, associazioni di cittadini di vario tipo o altre strutture non direttamente coinvolte nella realizzazione del progetto

Formazione delle unità operative
Attività realizzate
  • Produzione e distribuzione di documenti tecnici o manuali
  • Formazione del personale coinvolto mediante corsi
  • Affiancamento di consulenti al personale interno

Integrazione con altre attività e sviluppi futuri

Necessità di provvedere ad un aggiornamento del Piano Energetico Comunale  

Aggiornamento del Piano di illuminazione pubblica

Attività realizzate
  • Avvio di nuovi progetti d'implementazione
  • Integrazione della componente ambientale nelle altre politiche dell’ente


Criticità


Criticità affrontate

Difficoltà a reperire dati presso i vari enti  

Necessità di avere personale adeguatamente specializzato

Tipologia criticità
  • Coordinamento tra le unità organizzative
  • Coordinamento con altri enti pubblici
  • Risorse logistiche e tecniche
  • Risorse economico-finanziarie
  • Circolazione di dati ed informazioni


Trasferimento dell'esperienza


Elementi innovativi e attività per il trasferimento dell'esperienza

L'analisi dei consumi permette di valutare adeguatamente quali possono essere le attività necessarie per attuare una lotta allo spreco e ridurre i consumi.

Strumenti per il trasferimento dell'esperienza
  • Produzione di documenti e rapporti sull'attività svolta
  • Documentazione tecnica e manuali consultabili in loco
  • Breve collaborazione con altri soggetti che intendano implementare esperienze simili
  • Disponibilità a impartire corsi o stage per la formazione di personale di altro ente
  • Presentazione del progetto a conferenze nazionali e internazionali
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.