Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Ostana / Ostana: comunità e territorio

Ostana: comunità e territorio

Il progetto descrive il trentennale percorso di rigenerazione e rivitalizzazione del borgo di Ostana (CN), volto al reinsediamento della popolazione e allo sviluppo di nuova economia.

Qualità architettonica, identità e comunità, sostenibilità ambientale, offerta di un turismo pertinente e rispettoso dei luoghi sono le principali caratteristiche e i temi che si rincorrono nel definire oggi il borgo di Ostana, che è diventato, negli anni, un vero e proprio “laboratorio” per la costruzione di una nuova abitabilità della montagna.

La rivitalizzazione del patrimonio di immobili – pubblici e privati – ha permesso un reale reinsediamento, di famiglie e anche di giovani, che hanno creato nuove attività imprenditoriali, in particolare nel campo dell’agricoltura e nel settore turistico-ricettivo.

Il progetto ha saputo "rivitalizzare la comunità locale", puntando su interventi a misura d’uomo e contrastando la cementificazione.

Nel 2011, l’apertura del rifugio “La Galaberna” fu il primo segnale della ripartenza, con la creazione di posti letto rivolti a un nuovo pubblico di turisti. Successivamente è stata realizzata la ristrutturazione dell’intera borgata S.Antonio, con un centro culturale polifunzionale e annessa foresteria. Dopo quasi 30 anni di assenza ha riaperto un negozio-info point, nel centro del Capoluogo-Villa, e attualmente si sta sviluppando una nuova attività di caseificazione e sono nate nuove aziende agricole.

Fondamentale per l’inversione di tendenze è stata la costante sinergia tra pubblico e privato, che collaborano da oltre vent’anni puntando non solo alla riqualificazione edilizia, paesaggistica ma anche culturale del capoluogo e delle sue borgate.
E proprio in virtù del “coinvolgimento delle forze sociali nel contrasto dello spopolamento e dell’abbandono” che il Ministero dei Beni Culturali ha segnalato “Ostana- Comunità e territorio” tra i casi degni di menzione speciale al Premio Nazionale del Paesaggio.

Il progetto ha ricevuto la Menzione Speciale per  - il coinvolgimento delle forze sociali per contrastare lo spopolamento e l’abbandono  - al Premio Nazionale del Paesaggio Edizione 2016 - 2017

UNCEM Piemonte
Area urbana
Inferiore a 10.000 abitanti
Comune
Territorio e Paesaggio
Unione Europea
Piani di Sviluppo Rurale
Giacomo Lombardo
ostana@cert.ruparpiemonte.it
No file
No file
No file
No file
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.