Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Modena / OrtiaMO: la nuova generazione di orti urbani del Comune di Modena

OrtiaMO: la nuova generazione di orti urbani del Comune di Modena

Nella nuova generazione di orti urbani le forme tradizionali di orticoltura urbana, finora affidate prevalentemente a anziani e pensionati, si intrecciano con la promozione di nuovi stili di vita e con le pratiche di coltivazione urbana che si stanno diffondendo tra la popolazione giovane.

Il Comune di Modena con il progetto OrtiaMO ha messo a disposizione 12 mila metri quadri che sono stati affidati con bando a giovani, famiglie e associazioni. Il progetto risponde anche all’intento di diffondere la cultura del verde e dell’agricoltura tra i cittadini, con moduli formativi sulle tecniche di coltivazione, e di creare occasioni di socializzazione e coesione sociale, coinvolgendo i beneficiari nella riqualificazione e manutenzione di beni comuni.

L’area messa a disposizione dal Comune può essere utilizzata per nove anni e comprende 108 orti di circa 50 metri quadri l’uno più cinque grandi aree da 700 metri quadri per orti condivisi. L’area è distante da importanti strade trafficate ma abbastanza vicina all’abitato per essere controllato e raggiunta facilmente con biciclette e automezzi. Inoltre, offre la possibilità di un facile approvvigionamento di acqua. Gli orti singoli sono raggruppati in moduli per favorire la gestione anche di persone riunite in gruppi o associazioni. Nell’area sono previste anche zone verdi e spazi per i camminamenti e le piazzole di servizio. La sistemazione interna e la manutenzione è a cura degli “ortolani”, individuati tramite bando pubblico, che devono impegnarsi anche a garantire la sicurezza e la conservazione dell'ambiente e il rispetto reciproco.

La prima esperienza di “orti urbani” è nata a Modena negli anni '70 per offrire ai pensionati opportunità di aggregazione, di attività condivisa, di momenti di confronto e socialità per evitare l’isolamento e la solitudine. Oggi gli orti comunali riservati agli anziani sono quasi 1.800 di dimensioni tra i 25 e i 50 metri quadri distribuiti in nove zone in diversi quartieri della città.

Area periferica
Da 100.000 a 1.000.000 abitanti
Strategie partecipate e integrate, Agricoltura
01/01/16
30.000
http://www.comune.modena.it/aree-tematiche/ambiente-animali-e-tutela-del-territorio/orti-urbani
No file
No file
No file
No file
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.