Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Meda / MULTIMEDIALITA’ PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE

MULTIMEDIALITA’ PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE

Il progetto rientra in un programma di sviluppo socio-economico territoriale che si propone di rafforzare la qualità della vita dei cittadini di Meda coinvolgendoli in programmi di formazione e informazione anche a carattere ambientale. Il progetto si propone obiettivi di sicurezza e di razionalizzazione del traffico urbano, utilizzando moderne tecnologie per l’informazione e la comunicazione multimediale ed una rete di 19 telecamere distribuite sul territorio comunale. I servizi offerti sono: ·Connettività: realizzazione di un’infrastruttura a larga banda - 11 Mbit/sec - utilizzabile da e per le scuole, il Comune e la Polizia Municipale che rende possibile la comunicazione, la raccolta e lo scambio di dati permanentemente 24 ore su 24 e connessione ad Internet. ·Sicurezza: garantire la sicurezza delle scuole e degli ambiti circostanti nonché dei percorsi casa-scuola e della Città in generale, mediante la disponibilità tempestiva di immagini - provenienti dalle telecamere posizionate agli ingressi degli edifici scolastici e lungo le principali vie cittadine - presso il Comando della Polizia Municipale. ·Monitoraggio ambientale in tempo reale relativo alla qualità dell’aria e dell’acqua. ·Formazione: offerta ai cittadini al minor costo possibile di programmi di sostegno e per la formazione - in particolare teleformazione - permanente.·Informazione: comunicazione diretta tra tutte le organizzazioni e le istituzioni presenti sul territorio - comunali e non - e il cittadino, a partire da giovani e studenti. L’infrastruttura consente di utilizzare strumenti informativi sulla città e sullo stato dell’ambiente - in particolare è in progetto un sito intercomunale aggiornabile in tempo reale -. ·Monitoraggio del traffico: controllo dello stato del traffico attraverso l’utilizzo di telecamere posizionate nei punti nevralgici della viabilità cittadina, con la possibilità futura di utilizzare sistemi semaforici evoluti - semafori intelligenti - e segnaletica variabile.
Il progetto nasce dall’esigenza di monitorare il territorio cittadino del Comune di Meda con un controllo capillare e dettagliato delle vie principali, delle scuole e di altre strutture pubbliche e private, in modo da ottimizzare le risorse umane ed economiche impiegate per raggiungere tale obiettivo. La necessità di utilizzare un sistema efficiente ha portato gli attori coinvolti nella realizzazione del progetto ad adottare un sistema di monitoraggio munito delle tecnologie telematiche più innovative ed avanzate nel campo delle telecomunicazioni. E’ così che si è pensato di ampliare gli orizzonti iniziali e di costruire una rete a banda larga - 11 Mbit/sec - che potesse trasmettere dati e immagini 24 ore su 24. La notevole quantità di dati che una rete di questo tipo può trasmettere ha permesso di porre nuovi obiettivi per uno sviluppo sostenibile della città oltre a quelli di 1. Sicurezza e 2. Monitoraggio del traffico già esistenti: 3.Connettività: connessione a Internet veloce 4.Monitoraggio ambientale: rilevare e rendere disponibili in tempo reale agli utenti i dati relativi alla qualità dell’aria e dell’acqua nel Comune di Meda. E’ inoltre prevista la presenza di una telecamera “mobile” nella zona della costituenda discarica al fine di effettuare un opportuno controllo.5.Formazione: offerta al minor costo possibile di programmi di formazione permanente - in particolare teleformazione - e di sostegno da realizzarsi all’interno delle strutture scolastiche fuori dalle ore di lezione.6.Informazione: comunicazione diretta tra tutte le istituzioni presenti sul territorio - comunale e non - e il cittadino.Definiti gli obiettivi si è passati alla fase realizzativa. L’amministrazione comunale ha avviato innanzi tutto un Pre-studio di fattibilità volto a individuare le strategie realizzative della rete tecnicamente ed economicamente più efficienti. In questo modo si è riusciti a riutilizzare le LAN esistenti in alcuni stabili mentre si è pensato di realizzare la rete in parte con tecnologia wireless a bassissima potenza ed in parte con fibra ottica raggiungendo un ottimo equilibrio tra tempi di realizzazione, impatto ambientale del progetto e costi.Successivamente si è proceduto alla redazione del bando di gara per la realizzazione della rete, l’appalto delle opere e l’affidamento dei lavori.La realizzazione prevede:·Una rete di comunicazione dati - fino a 11 Mbit/sec - per interconnettere reti locali e sistemi multimediali di tutte le scuole·Una rete per la Comunicazione con la Polizia Municipale - 1 per 11 Mbit/sec + 2 per 11 Mbit/sec per un totale di 33 Mbit/sec - e il Comune·19 telecamere a colori - 18 fisse e una “mobile” per il monitoraggio del territorio nell’area della piattaforma di raccolta differenziata -, connessa alla sala di controllo posto presso il comando della Polizia Municipale. Tutti i sistemi sono conformi alle normative di legge vigenti e in particolare alle seguenti norme:marchiatura CE e in particolare ISO/IEC 11801 e EIA/TIA 568-A - “Building automation” -;-\tComité European de Normalization/Comité European ELECrotechnique-CEN/CENLEC-EN55022 del 1987 - radio interference --EN50082-1 del1992 - generic immunity standard -.La gestione della rete è affidata al CED del Comune di Meda e monitorata con strumenti standard TCP/IP - SNMP - mentre il sottosistema di controllo del traffico e le telecamere di sorveglianza sono affidate in gestione al Comando della Polizia Municipale.Quattro delle 19 telecamere sono affidate al controllo in tempo reale del traffico centrale lungo le Viale Luigi Cadorna, Via Indipendenza e Viale Brianza. Il monitoraggio del traffico in prossimità delle Scuole è realizzato con 14 telecamere di cui è prevista la collocazione sugli edifici di Scuole Elementari e Medie,comprendendo nel programma di monitoraggio anche tutte le Scuole Materne.Il progetto ben si coniuga con altri interessi e progetti comunali quali la creazione di un sistema di controllo per la piattaforma di raccolta differenziata, o quella, nata all’interno dell’adesione del Comune di Meda ad Agenda 21, di monitorare lo stato dell’ambiente e di rendere disponibile in tempo reale alcuni tra i parametri più indicativi. Quest’ultima idea si sta concretizzando a livello sovracomunale, inoltre, con altri tre Comuni adiacenti, nella realizzazione di un sito Internet interattivo dove fornire informazioni in tempo reale sullo stato dell’ambiente, informazioni utili al cittadino e iniziative di coinvolgimento e sensibilizzazione rivolte sopratutto ai più giovani. E’ innegabile, per quanto detto sopra, la caratteristica di innovazione che il progetto riveste in quanto va ben oltre gli obiettivi normativi imposti nei settori in cui si va ad operare. Allo stesso tempo si evidenzia anche come la realizzazione della rete a banda larga consenta di raggiungere più di un obiettivo grazie alla notevole mole di dati che vi possono transitare e che sicuramente in futuro vi potranno essere grandi sviluppi legati da un lato alla realizzazione di una rete cittadina più capillare e dall’altro all’offerta di maggiori servizi. Sicuramente si apre uno scenario molto interessante dato il notevole sviluppo tecnologico in atto in questi ultimi anni nel campo delle telecomunicazioni e dell’Information and Comunication Technology. Un progetto come quello di Meda può avvicinare i cittadini alla vita e alle attività dell’amministrazione pubblica spesso vista come distante e può essere riprodotto senza alcun problema in qualsiasi altra realtà comunale grazie ai bassi costi, alla possibilità di realizzazione a step e all’ordinarietà e facile reperibilità delle risorse impiegate.Un ulteriore aspetto da considerare è quello di creare una coscienza e un’attenzione verso le problematiche legate allo sviluppo sostenibile del nostro paese. La possibilità, infatti, sia per i soggetti operanti all’interno delle strutture amministrative locali sia dei cittadini, di mettere a tema le tematiche ambientali, di riordino del traffico, di sviluppo degli ambiti produttivi legato alla possibilità di comunicare facilmente con realtà lontane, sensibilizza tutte le parti coinvolte ad un comune lavoro volto a ricercare in modo efficace nuove strade per far convivere sviluppo produttivo e vivibilità delle nostre città. Ci sono, inoltre, aspetti più strategici dell’iniziativa legati alla possibilità di offrire in futuro anche servizi di connettività alle aziende e ai privati a pagamento.
Scuole
Area urbana
Da 10.000 a 100.000 abitanti
Comune
Edilizia e Urbanistica, Strategie partecipate e integrate
01/01/00
12
€ 181.000
87% a carico del Comune; 13% a carico della Regione
Calogero Calà
131_68.ppt — 332 KB
131_70.rtf — 292 KB
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.